TIM, la rimodulazione su costi e tariffe che riguarda tutti i clienti

TIM, la rimodulazione su costi e tariffe che riguarda tutti i clienti
Più informazioni:
Tecno Android SCIENZA E TECNOLOGIA

Il totale a debito accumulato con Sempre Connesso sarà prelevato da TIM in automatico alla prima ricarica utile da parte del cliente

Il servizio Sempre Connesso non è presente solo nei piani in abbonamento ed in chi utilizza i metodo di fatturazione della Ricarica Automatica.

Anche i clienti di TIM si son visti modificare unilateralmente i loro piani di abbonamento con l’arrivo del servizio “Sempre Connesso”. (Tecno Android)

Ne parlano anche altre testate

Di caselle dunque ne restano poche: gli ultimi due posti dovranno essere assegnati alle quote rosa. Va ricordato che Cdp oltre alla partecipazione in Tim è anche azionista di Open Fiber con il 50%, la società su cui ha un diritto di prelazione per la quota messa in vendita da Enel, che possiede l'altro 50%. (Milano Finanza)

Il consiglio di Tim ha scelto i 10 candidati che verranno votati in assemblea per il rinnovo del board. La sorpresa è l’ingresso di De Meo, uno dei grandi manager del settore auto, cresciuto alla Fiat — dove è stato a lungo anche Gubitosi — e oggi presidente e ceo di Renault. (Corriere della Sera)

Telecom Italia, Morselli e Ferrari si dimettono dal cda

Dopo mesi di ipotesi e consultazioni, questo è l'orientamento che, su proposta di Tim, verrà condiviso nel corso del cda dell'istituto guidato da Fabrizio Palermo iniziato lunedì 22 alle 18. In quota Cdp dovrebbe essere indicato solo uno dei 10 consiglieri della lista del management stilata dal presidente di Telecom Salvatore Rossi, che martedì 23 a sua volta dovrà essere approvata dal consiglio e sottoposta all'assemblea dei soci convocata per il 31 marzo. (la Repubblica)

Il fondo che fa capo a Paul Singer nei mesi scorsi ha pressoché azzerato la propria quota e si è ritirato dalla scena I due manager – Ferrari è direttore generale corporate e finanza di Webuild, Morselli è amministratore delegato di Arcelor Mittal Italia – hanno rassegnato le dimissioni formalmente per motivi personali e professionali, ma di fatto dopo discussioni sui criteri di scelta dei candidati per il prossimo consiglio. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr