In piazza perché manca l’acqua: la rivolta che scuote l’Iran

In piazza perché manca l’acqua: la rivolta che scuote l’Iran
La Repubblica ESTERI

Il Khuzestan è una provincia al confine con l’Iraq, è il cuore petrolifero del Paese, dove vivono diverse minoranze etniche, soprattutto arabi

Da quattro giorni il Sud-Ovest dell’Iran è in rivolta per la mancanza d’acqua, una crisi dovuta alla siccità e ai cambiamenti climatici che hanno colpito le zone umide della mezzaluna fertile, ma anche agli interventi infrastrutturali che negli anni hanno deviato il corso di fiumi e paludi, drenando le risorse idriche, e alla corruzione. (La Repubblica)

Ne parlano anche altre fonti

"A seguito dei problemi di carenza d'acqua in Khuzestan, la gente ha organizzato manifestazioni in alcune citta'", ha riferito l'agenzia Tasnim, mentre i media in lingua persiana dall'estero hanno parlato di "manifestazioni" represse dalla polizia giovedì sera. (Rai News)

Iran, siccità e corruzione: proteste per la mancanza d'acqua nel sud-ovest

Da tre giorni il sud-ovest dell’Iran è in rivolta per la mancanza d’acqua, una crisi dovuta alla siccità ma anche alla cattiva gestione delle infrastrutture e alla corruzione, che va ad aggiungersi alle tensioni già in corso nel settore petrolchimico che da settimane protesta per avere migliori condizioni di lavoro. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr