SUSA, DAI VACCINI COVID AL CUP: PRIMO BILANCIO POSITIVO PER IL COMITATO A SOSTEGNO DELL'OSPEDALE

SUSA, DAI VACCINI COVID AL CUP: PRIMO BILANCIO POSITIVO PER IL COMITATO A SOSTEGNO DELL'OSPEDALE
ValsusaOggi INTERNO

Siamo impegnati a dare il nostro sostegno alla campagna di vaccinazione anti Covid-19 dal suo esordio, nelle giornate di sabato presso l’ospedale di Susa.

Stefania Batzella, a tre mesi dalla nascita del comitato “Noi ci siamo” a sostegno dell’ospedale di Susa e dei servizi territoriali, che primo bilancio potete fare?

Quali sono le principali attività che avete svolto a favore dell’ospedale di Susa e dei Servizi della valle?

Condividi. (ValsusaOggi)

Ne parlano anche altri media

Dall'inizio della campagna vaccinale, a fine giornata del 2 maggio aprile, il totale delle vaccinazioni effettuate a Parma e provincia è pari a 171.620, di cui 114.213 prime dosi e 57.407 seconde dosi. (La Repubblica)

Ma c’è di più: «È un risultato davvero importante», spiega Saggese Tozzi Sono oltre 20mila, infatti, le dosi somministrate fra sabato e domenica: il doppio rispetto all’ordinario, oltre il 50% in più secondo la media giornaliera che sul territorio da Scafati a Sapri s’attesta a circa 10mila iniezioni quotidiane. (la Città di Salerno)

"Il passaporto vaccinale proposto dall'Unione europea sicuramente è un qualcosa di molto importante. Bisogna avere delle regole ben fisse che siano condivise tra tutti i Paesi" (Sky Tg24 )

Vaccini e bambini, una guida per orientarsi

(LaPresse) – “Stiamo conducendo molti studi per vedere se i vaccini siano efficienti contro le varianti, sinora non abbiamo visto importanti riduzioni di efficacia quindi consigliamo di continuare con i piani di vaccinazione, di non ritardarle, perché la protezione delle persone ad alto rischio è sufficiente su mortalità e morbidità. (LaPresse)

È la diplomazia dei vaccini, che serve a rafforzare anche il potere di Pechino e Mosca nel continente africano Se il virus non si ferma anche in Africa poi ce lo ritroviamo mutato in casa nostra”. (Il Fatto Quotidiano)

A questo proposito dall’indagine è emerso come il disorientamento informativo delle famiglie sia uno dei temi centrali.Ancora, secondo l’OMS, sono ancora circa 20 milioni di bambini in tutto il mondo che ad oggi non hanno accesso ai vaccini di cui hanno bisogno e molti di loro non ricevono vaccini vitali durante l’adolescenza, l’età adulta o la vecchiaia. (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr