Kazakistan, il presidente Tokayev denuncia tentato colpo di stato: “Sono entrati in azione gruppi armati stra…

La Stampa ESTERI

L'obiettivo principale è diventato evidente: sovvertire l'ordine costituzionale, distruggere le istituzioni governative, prendere il potere.

Il presidente ha aggiunto che «militanti stranieri hanno partecipato all'aggressione contro il Kazakistan»

Stiamo parlando di un tentativo di colpo di stato» ha detto Tokayev, secondo quanto riporta l'agenzia Sputnik.

Dopo aver silenziato media e web, Il presidente Tokayev denuncia un tentato colpo di stato. (La Stampa)

Ne parlano anche altri giornali

Secondo il ministero dell’Interno le persone arrestate sarebbero quasi 10.000 Giovedì la polizia kazaka ha affermato di aver ucciso “decine” di manifestanti e sabato, nonostante gli appelli internazionali contro le violenze, Tokayev aveva detto di aver autorizzato la polizia a sparare “per uccidere, senza avvertimento”. (la voce d'italia)

Il presidente aveva chiesto ai Paesi del Trattato di sicurezza collettiva (Csto) guidato da Mosca di inviare soldati per aiutarlo a riprendere il controllo della situazione. l presidente del Kazakhstan Kassym Jomart Tokayev ha annunciato che le truppe dell'Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva, di cui fanno parte sei repubbliche ex sovietiche, cominceranno a lasciare il Paese in due giorni. (TRT)

Il presidente aveva chiesto ai Paesi del Trattato di sicurezza collettiva (Csto) guidato da Mosca di inviare soldati per aiutarlo a riprendere il controllo della situazione (RagusaNews)

Dmitry Peskov, portavoce del presidente russo Vladimir Putin, ha affermato che le forze armate si ritireranno secondo il programma richiesto. Ma Tokayev ha insistito sul fatto che il ritiro sarebbe iniziato questa settimana e sarebbe stato completato entro 10 giorni. (Generazione Scuola)

Secondo il presidente del Kazakistan, la squadra unita inviata in Kazakistan conta 2.030 soldati, ma secondo alcune fonti dei media russi, il numero delle truppe schierate sarà maggiore Ciò è in netto contrasto con la dichiarazione rilasciata martedì dal presidente kazako Qasim-Jomar Tokayev davanti al parlamento. (Consulenza Benessere)

– CATANIA, 11 GEN – La polizia, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catania, ha arrestato 16 persone appartenenti al clan "Pillera-Puntina", indagate per associazione di tipo mafioso, estorsione e usura. (EspansioneTv)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr