Usa, la Fed alza i tassi di interesse dello 0,75%

Usa, la Fed alza i tassi di interesse dello 0,75%
Sky Tg24 ECONOMIA

Economia Mutui, cosa succede con l’aumento dei tassi della Bce La decisione di Francoforte di aumentare il costo del denaro per frenare l’inflazione avrà certamente un effetto sui prestiti di famiglie e imprese: a rimetterci saranno soprattutto coloro che hanno scelto di sottostare alle variazioni del mercato, che potrebbe vedere un aumento degli importi mensili addirittura vicino al 40%. Più certezze per coloro che hanno scelto quelli fissi, che però viaggiano intorno ai 3 punti percentuali di interesse IL RIALZO DEI TASSI – Visto il record di inflazione al 9,1%, la Bce ha deciso di rialzare i tassi di interesse di 0,75 punti base, nel tentativo di abbassare quello che è uno dei valori più alti nella storia dell’Eurozona. (Sky Tg24 )

Se ne è parlato anche su altre testate

Con un altro rialzo da 75 centesimi, la Federal Reserve ha portato il costo del denaro negli Stati Uniti in un intervallo tra il 3% e il 3,25%, il livello più alto dal febbraio del 2008. L’esito della riunione del Federal Open Market Committee, il comitato della banca centrale americana, ha confermato le previsioni degli analisti, anche se c’era chi si aspettava un aumento dei tassi di un intero punto percentuale. (Avvenire)

(ITALPRESS) – Con 4,6 miliardi di euro stanziati per la tutela della risorsa idrica, oltre 3 miliardi dei quali destinati alle aziende del comparto, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza può offrire un’accelerazione significativa degli investimenti e delle riforme nel settore. (Quotidiano di Ragusa)

La mostra, visitabile fino al 2 ottobre, è curata dall’Archivio Crepax e dai tre figli dell’artista, Antonio, Caterina e Giacomo Da sabato 24 settembre al 2 ottobre presso la Galleria della Molinella a Faenza. (Sardegna Reporter)

Wall Street in ribasso con FED pronta a tollerare recessione

Hogan rimane positivo per l’esercizio in corso e studia nuovi piani di consolidamento per i mercati esteri. In parallelo, il digital segna un incremento medio del 30-40%, ha spiegato a MFF Andrea Della Valle, presidente di Hogan e vicepresidente del gruppo Tod’s controllante la label, evidenziando a proposito degli scenari futuri che i rincari potranno influire sui listini. (Milano Finanza)

La Federal Reserve ha aumentato i tassi di interesse sul dollaro di 75 punti base - cioè 0,75 punti percentuali - per la terza volta consecutiva, portando i fed funds ad una forchetta del 3%-3,25%. Inoltre, con un comunicato diffuso al termine del direttorio (Fomc) ha aggiunto di ritenere appropriato proseguire con i rialzi avvertendo di essere fortemente impegnata a far tornare l'inflazione al suo obiettivo del 2%. (idealista.it/news)

Dow Jones energia (Borsa Italiana)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr