Discoteche, nuovo protocollo in arrivo

Discoteche, nuovo protocollo in arrivo
Info Cilento INTERNO

I gestori nei giorni scorsi erano stati chiari: Far ripartire le discoteche da luglio con green pass, anche avendo a disposizione altri 20 giorni di vaccinazioni ai giovani per arrivare a una soglia di sicurezza tale da poter aprire le attività

In quest’ultimo caso con con capienza ridotta.

L’obiettivo ora è di ripresentare al Cts un protocollo che contenga queste disposizioni, entro un paio di giorni affinché sia valutato a breve dal Comitato Tecnico Scientifico. (Info Cilento)

Ne parlano anche altri media

Il timore dei proprietari delle discoteche è che il ministro della Salute, Roberto Speranza, e il Cts impongano l’uso delle mascherine e il rispetto del distanziamento anche in pista. «Ci ricevono, ci prospettano soluzioni, ma la verità è che non abbiamo né una data né regole chiare di comportamento», dicono sconfortati. (Corriere della Sera)

Le feste private già consentite Se, nonostante questo, il faccia a faccia tra sindacato locali da ballo e governo sarà risolutivo, si vedrà. La campagna di vaccinazione corre al ritmo di tre milioni e mezzo di somministrazioni a settimana. (Corriere della Sera)

E' questa l'ipotesi di lavoro su cui si stanno confrontando i gestori delle discoteche ed il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, che lavorano ad un nuovo protocollo da presentare al Cts. Tantissimi i ragazzi, soprattutto ventenni, che si sono prenotati alle giornate aperte a tutti con Astrazeneca, puntando alla conquista del Green Pass, che quest'estate consentirà di viaggiare e forse anche di tornare a ballare in discoteca. (ilmessaggero.it)

Discoteche, accesso col green pass. Resta il nodo mascherine

Misure più rigide saranno previste per le discoteche al chiuso, «dove la capienza dovrebbe essere limitata in rapporto ai metri quadri di superficie» dei locali, spiega sempre il sottosegretario. Un settore che ha patito più di altri la pandemia, dal valore di circa 2 miliardi di euro di fatturato e che occupa 100mila addetti. (Il Messaggero Veneto)

Ripartire a luglio in zona bianca con il green pass, ma con eventuali differenziazioni tra esterno o interno. È quanto emerso dall’incontro di oggi al ministero della Salute tra i gestori delle discoteche e il sottosegretario Andrea Costa. (il Fatto Nisseno)

Unica certezza il green pass Ma, appunto, fin quando non si esprimeranno i tecnici e il ministro della Salute, il green pass che riserva l’accesso a vaccinati, guariti o “tamponati”, è l’unica certezza La riapertura delle discoteche, ultima attività ancora vietata, è all’attenzione della politica. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr