Primo ministro israeliano: "Il vaccino Pfizer è significativamente meno efficace contro variante Delta"

L'AntiDiplomatico ECONOMIA

"Non sappiamo esattamente fino a che punto il vaccino aiuti, ma è significativamente inferiore", ha detto Bennett.

Israele è il paese al mondo con il più alto tasso di popolazione completamente vaccinata.

Il primo ministro israeliano Bennet vuole puntare sui test test rapidi, che vuole rendere accessibili a tutti per consentire alla vita di andare avanti durante la pandemia

Eppure anche lì la cosiddetta variante delta continua a far crescere i contagi. (L'AntiDiplomatico)

Ne parlano anche altri giornali

Avvocato 59enne muore dopo seconda dose Pfizer. AGRIGENTO – Un avvocato di 59 anni, Venerando Bellomo, è morto improvvisamente a Grotte (Ag) e la Procura di Agrigento, dopo che i familiari hanno presentato un esposto, ha avviato degli accertamenti. (Imola Oggi)

L'efficacia del vaccino Pfizer contro la variante Delta è "più debole" di quanto sperassero i funzionari sanitari. Ad affermarlo il primo ministro israeliano Naftali Bennett che ha aggiunto: "Non sappiamo esattamente fino a che punto il vaccino aiuti, ma è significativamente inferiore". (Adnkronos)

Hedera Hashgraph, tra speculatori e ottime notizie. Sono state 48 ore molto convulse per il prezzo di Hedera Hashgraph sui mercati. Chi crede che Hedera sia un buon progetto sul quale investire, farebbe bene ad organizzare il proprio investimento con orizzonti temporali appropriati. (Criptovaluta.it)

L'efficacia del vaccino Pfizer contro la variante Delta è "più debole" di quanto sperassero i funzionari sanitari. "In Gran Bretagna,- ha detto Bennett - negli ultimi giorni, abbiamo assistito a un aumento del numero di bambini che vengono ricoverati in ospedale su base giornaliera. (Tiscali.it)

Eppure anche lì la cosiddetta variante delta continua a far crescere i contagi. "Non sappiamo esattamente fino a che punto il vaccino aiuti, ma è significativamente inferiore", ha detto Bennett. (L'AntiDiplomatico)

Lo indica la ricerca in via di pubblicazione sulla rivista Clinical Microbiology and Infection e condotta in 17 ospedali di Israele sotto la guida di Tal Brosh-Nissimov, dell'Università Samson Assuta Ashdod e dell'Università Ben Gurion. (Bluewin)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr