Subito vaccini per scuola e forze dell’ordine, meno scorte AstraZeneca tenute in frigo

Subito vaccini per scuola e forze dell’ordine, meno scorte AstraZeneca tenute in frigo
TuttOggi ECONOMIA

E riduce la quantità di vaccino AstraZeneca tenuto precauzionalmente ferma per scorta, nonostante l’annuncio dell’azienda di un taglio nella fornitura all’Italia.

Richiesta motivata dall’andamento epidemiologico che ha visto un considerevole aumento della circolazione del virus, soprattutto in provincia di Perugia

La decisione del Cor: richiamo dopo 75 giorni, c'è tempo per reperire nuove dosi | Le scorte scenderanno dal 50 al 30%. (TuttOggi)

Su altri media

Leggi su ilmessaggero (Di lunedì 22 febbraio 2021) Quarantamiladi famiglia in campo per somministrare il vaccino AstraZeneca agli under 65, male rigide limitazioni della successione delle classi di età che potrebbero rallentare. (Zazoom Blog)

Questo perché, spiegano, i tempi per somministrare la seconda dose sono "abbastanza lunghi" e dunque si può aspettare di rifornire le scorte "senza compromettere il secondo vaccino". La lettera al commissario Arcuri è stata firmata dai direttori della Regione Umbria Claudio Dario, Sanità, e Stefano Nodessi, Infrastrutture e protezione civile (la Repubblica)

Mercoledì 24 dovrebbero partire a Teramo le vaccinazioni per gli over 80 – Sulla questione della vaccinazioni al personale scolastico dopo i malori registrati da taluni insegnanti (che ha visto gli stessi mettersi in malattia, costringendo alcune scuole alla chiusura anticipata) interviene il Direttore Generale della Asl Maurizio Di Giosia. (ekuonews.it)

AstraZeneca dimezza le dosi all'Ue nel secondo trimestre

AstraZeneca si è impegnata a fornire dosi esclusivamente a governi o organizzazioni governative e non vi è alcuna fornitura, vendita o distribuzione del vaccino al settore privato. Se qualcuno offre vaccini attraverso il settore privato potrebbe trattarsi di vaccini contraffatti e come tali vanno segnalati alle autorità competenti (PharmaStar)

La Campania, invece, ha somministrato finora 9.903 dosi di Astrazeneca, il 18,82% di quelle ricevute. Su oltre 542mila dosi arrivate in Italia entro il 13 febbraio, ne sono state impiegate poco più di 110mila, circa il 20%. (AvellinoToday)

Il funzionario dell'UE alla Reuters ha confermato che AstraZeneca prevede di erogare circa 40 milioni di dosi nel primo trimestre, ancora una volta meno della metà dei 90 milioni di dosi che avrebbe dovuto fornire Secondo il contratto di AstraZeneca con l'UE, l'azienda si era impegnata a fornire 180 milioni di dosi ai 27 paesi nel secondo trimestre, aggiunge il sito di Reuters. (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr