La profondità dei Clippers ha fatto la differenza

L'Ultimo Uomo SPORT

Un altro giocatore scongelato un po’ a sorpresa nelle ultime due gare della serie è stato Luke Kennard

Clippers e Dallas Mavericks può essere esemplificativo proprio del fatto che in una serie al meglio delle sette normalmente la squadra più forte vince anche quando commette tanti errori.

Quando si parla delle serie di playoff al meglio delle sette partite, si sottolinea spesso che difficilmente vince la squadra peggiore tra le due. (L'Ultimo Uomo)

La notizia riportata su altre testate

Non è comunque una situazione facile per l'ex Pelicans: il contratto con i Mavericks è in scadenza, e il mercato si preannuncia piuttosto complesso visto che non ha granché convinto e non è riuscito a ritagliarsi uno spazio interessante. (Pianetabasket.com)

punti di Luka Doncic non sono bastati ai Dallas Mavericks per superare i Los Angeles Clippers. Il talento sloveno ha parlato in conferenza stampa: "Da quando sono arrivato abbiamo fatto i playoff due volte. (Pianetabasket.com)

Doncic on the Paul George jersey swap thing: “I did send one after, in the locker room. Conclusa la conversazione, Paul George si è tolto la maglia come per darla allo sloveno, che però ha sorriso e si è allontanato. (BasketUniverso)

Dobbiamo andare avanti con la squadra, e l’offseason sarà importante”. Leggi anche:. NBA, Rick Carlisle su Doncic: “È il suo momento dell’anno”. NBA, Kawhi e Paul George si complimentano con Doncic. Doncic dopo la sconfitta in Gara 7: “Abbiamo dato tutto”; il coach lo elogia (NbaReligion)

"Lo scorso anno è stato lo scorso anno, non possiamo continuare a guardarci indietro. “Ma lo scorso anno è lo scorso anno” ha detto coach Tyronn Lue, ancora imbattuto nelle quattro gare-7 della sua carriera (solo Red Auerbach come lui nella storia). (Sky Sport)

Questo successo deve servire a sbloccare psicologicamente i Clippers: questa squadra ha talento, può aggrapparsi a quel fenomeno di Kawhi. Assist: George 10. Dallas: Doncic 46 (12/19, 5/11, 7/11 tl), Finney-Smith 18, Porzingis 16 (La Gazzetta dello Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr