Addio al borotalco Johnson & Johnson: rischio tumori, stop alla produzione

Money.it ECONOMIA

Addio al borotalco Johnson & Johnson: ecco quando e perché. Stop alla produzione di talco Johnson & Johnson.

Il borotalco Johnson & Johnson è veramente cancerogeno?

Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla vicenda e se il talco Johnson & Johnson è veramente cancerogeno.

Davanti a una simile notizia c’è solo un’unica domanda a cui trovare risposta: il talco Johnson & Johnson è veramente cancerogeno?

Gli amanti dei prodotti Johnson & Johnson dovranno rinunciare al loro talco. (Money.it)

La notizia riportata su altri media

Il borotalco Johnson & Johnson non sarà più venduto dal colosso americano a partire dal prossimo anno. Potrebbe interessarti anche: “Serie A, un algoritmo ha previsto la classifica finale” (Napoli.zon)

Il conglomerato sanitario ha sempre sostenuto che i suoi prodotti a base di talco sono sicuri. L'anno scorso J&J aveva creato la filiale LTL Management, le aveva ceduto i crediti sui prodotti a base di talco e l’aveva portata al fallimento, causando in tal modo una sospensione delle azioni legali (Yahoo Notizie)

Tuttavia la pubblicità contro il prodotto ne ha danneggiato a tal punto le vendite che è bene chiuderne definitivamente la catena di produzione. La decisione è arrivata dopo che la società ha già fermato le vendite negli Stati Uniti e in Canada nel 2020. (Liberoquotidiano.it)

Per l’interruzione della produzione del talco Johnson & Johnson, pesano le cause legali. Infatti, il colosso farmaceutico ha deciso di interrompere la produzione del suo talco per bambini dal 2023. (ZON)

Ora l’azienda ha deciso che, dall’anno prossimo, il suo iconico prodotto per bambini non verrà più realizzato. "Nell'ambito di una valutazione globale del nostro ventaglio di prodotti, abbiamo preso la decisione di produrre un talco interamente a base di amido di mais", si legge nella nota di Johnson and Johnson. (L'Unione Sarda.it)

Lo scorso ottobre, Johnson & Johnson ha creato una controllata, LTL Management, a cui ha ceduto le cause legate al talco e poi ne ha dichiarato la bancarotta, sospendendo le azioni legali (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr