La Fed lascia i tassi fermi e rassicura Wall Street, bene il Nasdaq

Yahoo Finanza ECONOMIA

La Fed lascia i tassi fermi e rassicura Wall Street, bene il Nasdaq. Tassi invariati e prossimo rialzo non in vista.

BUONA REAZIONE SOPRATTUTTO DEL NASDAQ. La reazione del mercato è stata particolarmente positiva per il Nasdaq, che notoriamente non gradisce tassi di interesse più alti che non premiano i titoli ‘growth’, anche sulla spinta della positiva tornata di trimestrali rilasciata dai big tech Apple, Google e Microsoft (Yahoo Finanza)

Su altri giornali

Mercati Borse in calo, giù anche Wall Street. Condividi. di Paolo Gila Seduta negativa per tutte le piazze europee che hanno risentito nel pomeriggio dell’andamento negativo di Wall Street (Dow Jones -0,37% e Nasdaq -0,81% alle 17 e 30 ora italiana). (Rai News)

Titolo Procter&Gamble +1%, dopo che il colosso dei prodotti al consumo ha annunciato di aver concluso il secondo trimestre dell'anno con utili e un fatturato migliori delle stime Sia Amazon che Pinterest hanno diffuso bilanci che non hanno convinto gli analisti. (Finanzaonline.com)

Lo spread si attesta in area 108 punti, mentre il rendimento del Btp decennale è in calo allo 0,628%. Il risultato ha battuto le stime del consenso che lo vedevano a +1,5% in termini congiunturali e +15,6% in termini tendenziali. (Milano Finanza)

Crolla invece il titolo di Pinterest (NYSE: ), -20%, dopo aver comunicato di aver perso utenti mensili durante il trimestre terminato il 30 giugno. Oggi, è invece il colosso dell'e-commerce a gettare ombre sugli acquisti, dopo aver riportato un fatturato e una guidance inferiori alle stime di Wall Street. (Investing.com)

Il governo cinese vuole che le sue società attingano ai mercati locali dei capitali con un grande bacino di liquidità, aggiunge l'esperto. Nel frattempo, il Wall Street Journal ha scritto che Didi Global sta riflettendo su un delisting. (Milano Finanza)

I ricavi della compagnia dipendono fortemente dalla distribuzione dell’applicazione tramite App Store (51%) e Play Store (19%). Insieme a Severin Hacker ha fondato Duolingo, nata nel 2011 come progetto informatico di apprendimento delle lingue e al tempo stesso di piattaforma crowdsourced per le traduzioni di siti e documenti. (Wired Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr