Le Borse di oggi, 23 novembre. Listini Ue in calo, il petrolio giù in attesa del rilascio delle riserve

Le Borse di oggi, 23 novembre. Listini Ue in calo, il petrolio giù in attesa del rilascio delle riserve
Per saperne di più:
La Repubblica ECONOMIA

Spunti per i mercati sono arrivati dai dati pmi: in Germania l'indice dei servizi è salito a quota 53,4 contro le attese di 51,5.

Il prezzo del Wti del Texas è sceso così dell'1,3% a 75,7 dollari al barile mentre il Brent perde lo 0,98% a 78,9 dollari

In discesa invece i prezzi del petrolio: nel tentativo di abbassare i prezzi gli Stati Uniti hanno deciso, insieme a Giappone, India e Corea del Sud, il rilascio delle riserve stratagiche. (La Repubblica)

Ne parlano anche altri giornali

Mercati Risalgono le borse europee, Telecom torna a salire. Condividi. Milano. di Marzio QuaglinoRimbalzano le borse europee dopo il netto calo di ieri. (Rai News)

Acquisti su Banca Mediolanum (+2,8%) nel giorno della scomparsa del suo fondatore Ennio Doris che si è spento all'età di 81 anni. L'agenzia di rating S&P ha alzato l'outlook a 'positivo' su Intesa Sanpaolo, UniCredit, Mediobanca, Credito Sportivo e Fineco sui minori rischi economici (Yahoo Finanza)

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno. (Borsa Italiana)

Borsa Milano annulla rialzi, vola Tim, bene Mediolanum, giù Fincantieri

Le borse europee invertono la tendenza dell'apertura e accelerano al rialzo in chiusura: Milano termina la seduta in progresso dello 0,68% a 27.124, seguita da Parigi (+0,04%) e Londra (+0,34%). Secondo gli analisti, l'impatto del rilascio delle riserve da parte di Usa e altri cinque Paesi sul mercato potrebbe essere limitato. (Milano Finanza)

La ritirata dall’azionario conferma il riposizionamento degli investitori sul monetario. Sul fronte macroeconomico, l’indice Ifo di novembre ha mostrato una diminuzione, mentre la fiducia imprese manifatturiere è salita in Francia. (Rai News)

Il titolo balza del 15,8% a 0,498 euro, avvicinandosi ai 0,505 euro della possibile Opa preannunciata da Kkr per rilevare il controllo del gruppo. "L'incertezza sul quadro macro e sui tassi tiene lontani gli investitori. (Yahoo Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr