II video virale di Erling Haaland è un fake: ecco perché

La Gazzetta dello Sport SPORT

Haaland calcia il primo pallone e dopo la botta il bersaglio si sfila dal gancio di destra.

I palloni — L'aspetto più contestato del video fake di Haaland è però l'impossibilità di far stare tre palloni uno sopra l'altro, senza cadere né muoversi, specialmente quando calcia.

L'ombra — Infine, sempre a proposito dei tre palloni, sarebbe lecito attendersi un'ombra un po' più lunga, vista l'altezza della composizione

Quando però calcia il secondo pallone, "magicamente" il bersaglio si regge proprio sul gancio destro e non sul sinistro come avrebbe imposto la realtà. (La Gazzetta dello Sport)

Ne parlano anche altri giornali

Al primo tentativo Haaland non riesce a sovrapporre i palloni, azione che serve come prova che non c'è trucco né inganno da illusionista. (Sport Fanpage)

14 ottobre 2021 Link Embed. https://video.repubblica.it/sport/bundesliga-haaland-meglio-di-ronaldinho-la-giocata-e-troppo-bella-per-essere-vera/398682/399394 Copia (Repubblica TV)

Prima Haaland sovrappone tre palloni uno sopra l'altro sul dischetto del rigore, dopodiché calcia tre volte colpendo ad ogni tiro il bersaglio posizionato all'incrocio dei pali Un infortunio mette fuori gioco l'attaccante Erling Haaland durante la pausa Nati. (Bluewin)

Nessun italiano, e nessun giocatore della Serie A è nella top ten di questa classifica, con lo juventino Chiesa, primo giocatore a rappresentare l'Italia e il nostro campionato, 18 esimo con un valore del cartellino pari a 87,7 milioni di euro. (Tutto Juve)

Spunta infatti un'ombra che poi scompare e che sarebbe frutto del trucco nel video montaggio L'altro riguarda un poissibile errore nel montaggio quando Haaland non riesce a mettere i palloni in fila. (Tiscali.it)

Una prova di abilità balistica davvero unica nel suo genere Nella sequenza, l'attaccante norvegese colpisce per tre volte consecutive un bersaglio sotto l'incrocio dei pali con tre palloni diversi, impilati ad altezze diverse. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr