Visto di conformità e asseverazione di congruità delle spese, no ai controlli reotrattivi

Visto di conformità e asseverazione di congruità delle spese, no ai controlli reotrattivi
idealista.it/news ECONOMIA

Lo si legge in una nota unitaria.

Allo stesso tempo chiede con forza che l'applicazione delle nuove procedure operative sia limitata ai soli interventi avviati successivamente all'emanazione di tutti i provvedimenti e delle relative istruzioni o quantomeno avviati dopo l'entrata in vigore del Decreto".

Mentre le piattaforme dopo giorni di blocco starebbero finalmente per tornare in funzione, manca ancora il decreto del Mite sull'aggiornamento dei prezzari ai quali devono attenersi gli asseveratori, secondo le nuove disposizioni". (idealista.it/news)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Se un contribuente nel 2021 ha sostenuto spese per interventi rientranti nel Superbonus, per le quali intende fruire della corrispondente detrazione nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta 2021, il visto di conformità deve essere richiesto solo per i dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione. (CASA&CLIMA.com)

Tale possibilità - già consentita ai fini del cd ecobonus nonché del cd sismabonus disciplinati dagli articoli 14 e 16 del decreto legge n. 63 del 2013 (cfr L'Agenzia delle entrate ha aggiornato le Faq per rispondere ai dubbi di contribuenti e operatori relativamente ai bonus edilizi, del Superbonus 110% e alle novità del Decreto Legge 157/2021. (Gazzetta del Sud)

Da ciò, infatti, può dipendere la necessità di dover o meno acquisire la predetta documentazione ai fini dell’esercizio dell’opzione. e già pagate prima di tale data e per le quali è già fatta anche la comunicazione dell’opzione (con ricevuta di accoglimento) non c’è alcun obbligo di integrare con visto e asseverazione. (Investire Oggi)

FAQ Agenzia delle Entrate conformità e asseverazione bonus edilizi

Vediamo a quali domande ha risposto l'Agenzia delle Entrate e come devono comportarsi i professionisti chiamati a rilasciare visti e asseverazioni. Resta fermo che il contribuente è tenuto a richiedere il visto di conformità sull’intera dichiarazione nei casi normativamente previsti (ad esempio, cfr. (Fiscoetasse)

157/2021 (il cosiddetto Decreto Antifrode) in materia di bonus diversi dal Superbonus. Con riferimento, invece, ai tecnici, viene chiarito che i professionisti abilitati alla verifica della congruità delle spese per gli interventi ammessi al Superbonus possono rilasciare per lo stesso tipo di intervento anche la nuova attestazione di congruità delle spese sostenute prevista dall’articolo 1 del Dl n (CASA&CLIMA.com)

Cinque i quesiti:. “Con riferimento a lavori per il recupero del patrimonio edilizio di cui all’art. Pubblicate dall’Agenzia delle Entrate nuove FAQ sull’obbligo di conformità e asseverazione per i bonus edilizi introdotto dal Dl n. (Quotidiano Sicurezza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr