Attentato in Congo: dolore per le vittime di una guerra dimenticata

Attentato in Congo: dolore per le vittime di una guerra dimenticata
Vatican News INTERNO

Parla anche la religiosa Annalisa Alba, delle Suore della Sacra Famiglia di Spoleto, missionaria per 14 anni in Congo

Un dolore profondo. In Italia si piange ed oggi si espongono bandiere a mezz’asta in segno di lutto, mentre giunge la solidarietà al Paese e alle famiglie delle vittime da ogni parte del mondo.

Cordoglio unanime nella comunità internazionale per l’uccisione, ieri in Repubblica Democratica del Congo, dell’ambasciatore italiano, Luca Attanasio, del carabiniere di scorta e dell’autista del convoglio attaccato da ribelli armati. (Vatican News)

La notizia riportata su altri media

Ad organizzare la visita umanitaria che doveva servire a verificare la distribuzione del cibo nelle scuole elementari, era stato proprio il vice ambasciatore agrigentino Saro Castellana. E' illeso il terzo italiano che ieri viaggiava assieme all'ambasciatore Luca Attanasio e al carabiniere di scorta Vittorio Iacovacci nel convoglio Onu attaccato in Congo (AgrigentoNotizie)

Nel video il momento dell'agguato al convoglio Onu (La Sicilia)

In un video, diffuso da la Repubblica, si vede il momento dell’imboscata al convoglio del World Food Programme dove viaggiavano l’ambasciatore italiano Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci, uccisi ieri nella Repubblica Democratica del Congo (Open)

Il Congo, Attanasio e il problema dell'impunità dilagante

La sicurezza del personale del Wfp e delle sue attività ricade sotto la Undss, il Dipartimento di sicurezza e protezione che fornisce servizi professionali di sicurezza e protezione per consentire alle Nazioni Unite di portare avanti i propri programmi a livello globale. (AGI - Agenzia Italia)

L'imboscata non ha lasciato scampo ai due italiani e al loro autista in un Paese teatro spesso di scontri violenti. (VicenzaToday)

Secondo il Kivu Security Tracker nel 2020 c’erano 120 gruppi armati nelle province congolesi del Nord Kivu, Sud Kivu, Ituri e Tanganica. La ricerca insoddisfacente di verità e giustizia è purtroppo una realtà troppo comune per le vittime nella RDC. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr