Omicron ha superato la variante Delta, ma il Piemonte rimane in zona gialla

Omicron ha superato la variante Delta, ma il Piemonte rimane in zona gialla
La Stampa INTERNO

Alessandria è la prima provincia dov’è avvenuto il sorpasso, mentre Cuneo veniva definita «vicina al passaggio di testimone» (il 20 dicembre qui era prevalente la «Delta B.1.617.2»,

Che anche in terra sabauda ha superato la «collega Delta» nella velocità di diffusione: l’analisi periodica del ministero della Salute, infatti, certifica che la percentuale di Omicron nei nuovi casi di virus è del 77% a livello regionale. (La Stampa)

La notizia riportata su altre testate

Sono invece 3.613 i campioni riconducibili alla variante Delta, sequenziati a partire dal 2 maggio 2021. Su 125 casi sequenziati dalle strutture abruzzesi, 90 sono riconducibili a Omicron e 25 a Delta. (Onda Tv)

Nel complesso sono 198 i campioni riconducibili alla variante Omicron, sequenziati a partire dal 13 dicembre 2021: 142 fanno riferimento a positivi della provincia dell’Aquila, 44 del Teramano, dieci del Chietino e due del Pescarese. (Abruzzo Cityrumors)

Dalle analisi di sequenziamento è emerso che 27 positività sono date dalla variante Omicron e 3 da Delta. Dalla preziosa collaborazione tra ASST Bergamo Est e Mario Negri sono scaturite evidenze significative per il proseguo degli studi in materia. (Valseriana News)

Covid: "Su 30 contagiati, 27 sono colpiti da Omicron"

Come riferisce Ansa Abruzzo, la prevalenza raggiunge il 78,3%, mentre la Delta è al 21,7%. La variante Omicron ormai la fa da padrone in Abruzzo riguardo ai contagi da Covid-19. (IlPescara)

Sono questi i risultati definitivi dell'indagine rapida condotta dall'Istituto superiore di sanità e dal ministero della Salute insieme ai laboratori regionali e alla Fondazione Bruno Kessler. "In Italia il 3 gennaio scorso la variante Omicron" del Covid "era predominante, con una prevalenza stimata all'81%, con una variabilità regionale tra il 33% e il 100%". (Adnkronos)

Il laboratorio di Calcinate del Servizio di medicina di laboratorio dell’Asst Bergamo Est, diretto dalla dottoressa Anna Paola Callegaro, è sede della linea di 15 macchine processa tamponi, frutto di tecnologie altamente sofisticate insieme a processi di digitalizzazione innovativi. (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr