No vax morto dopo cure al telefono, indagato il medico di Ferrara

No vax morto dopo cure al telefono, indagato il medico di Ferrara
Gazzetta del Sud INTERNO

La procura di Ferrara ha iscritto al registro degli indagati il dottor Alberto Dallari, medico di Reggio Emilia che ha preso in carico il paziente ferrarese morto con Covid-19, 68 anni non vaccinato, che era stato inizialmente curato via telefono e via mail prima di essere ricoverato in ospedale.

Le ipotesi accusatorie sono quelle di colpa medica e omissione di soccorso.

L'uomo prima si era «curato» da solo, a casa, con il medico a distanza e anche in ospedale aveva tentato di firmare dimissioni e rifiutare le cure. (Gazzetta del Sud)

Ne parlano anche altre fonti

E dire che il protocollo di IppocraetOrg, di cui Dallari è un medico volontario, indica in modo netto (a caratteri cubitali nel sito dell’associazione) questo messaggio «Attenzione! (La Nuova Ferrara)

Venerdì scorso Gallerani ha ricevuto l'avviso di garanzia con le accuse, come detto, di omicidio colposo e omissione di soccorso.La ricostruzione dell'intera vicenda offre una testimonianza importante rispetto a quanto sinora emerso. (La Pressa)

L’indagine della procura ferrarese servirà anche a far luce sul coinvolgimento dell’associazione IppocrateOrg, alla quale il medico è legato. L’iscrizione al registro degli indagati del medico sembra sia un atto dovuto, anche in vista dell’autopsia, in programma giovedì a Padova, da cui si attendono ulteriori risposte sulla vicenda. (Livesicilia.it)

Alberto Dallari, chi è il medico indagato per la morte del no vax di Ferrara

Ferrara, 14 ottobre 2021 - Un rapporto quotidiano, con almeno due momenti di contatto al giorno, prevalentemente tramite whatsapp, tra medico e paziente. (il Resto del Carlino)

‘No vax’ morto, la procura ipotizza due reati - "Non cercate cure sul web Sempre durante l’intervista, Rango allontana da sé e dai medici dell’associazione l’etichetta di ‘no vax’ e ‘no mask’. (il Resto del Carlino)

Non c’è alcuna correlazione col mio operato", si difende il medico che invita gli investigatori a concentrarsi sul ricovero. Alberto Dallari è il medico neurologo reggiano indagato per la morte di Mauro Gallerani, 68 anni, di Cento: nei confronti del medico sono state formulate le ipotesi di reato di omicidio colposo e omissione di soccorso. (il Resto del Carlino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr