Meteo, allerta per vento e neve nel fiorentino

Meteo, allerta per vento e neve nel fiorentino
055firenze INTERNO

Meteo, cambio di rotta: torna il freddo

Su Firenze e tutta la Città Metropolitana scatta un codice giallo per rischio vento forte.

L'allerta scatterà alle 10 di martedí 6 aprile e si concluderà alle 20 dello stesso giorno.

Scatterà anche un codice giallo per neve per le zone del Bisenzio e Ombrone Pistoiese, Mugello-Val di Sieve, Romagna Toscana.

Meteo, allerta per vento e neve nel fiorentino. (055firenze)

Su altre fonti

Successivamente si assisterà ad un miglioramento con fenomeni sporadici e residui mercoledì e prevalenza di sereno giovedì. Previsioni per Martedì 6. Nel pomeriggio le precipitazioni risulteranno maggiormente insistenti nelle zone collinari e montane. (Il Cittadino di Recanati)

A segnalarlo è il bollettino emanato dalla Protezione Civile, che ha anche diffuso un'apposita allerta meteo. Nel pomeriggio le precipitazioni risulteranno maggiormente insistenti nelle zone collinari e montane. (Picchio News)

Col passare delle ore il maltempo scenderà verso Marche, Toscana, Umbria, Lazio e infine Abruzzo e Molise mentre qualche rovescio potrà interessare il bresciano, il mantovano e il cremonese. Gelate tardive. (Tiscali Notizie)

Avvio d’Aprile con grande freddo e NEVE a quote molto basse fin dopo Pasqua

ACUTO INVERNALE, POI MIGLIORA CON RIMONTA DELL’ANTICICLONE. Le condizioni meteo assumeranno un aspetto invernale, nonostante solo qualche giorno fa il clima fosse da primavera inoltrata. Il fronte si appresta a raggiungere il Nord Italia con un carico d’aria ancor più fredda d’estrazione artica. (Meteo Giornale)

Per trovare colpi di coda invernali in grande stile ad inizio aprile, troviamo diversi esempi anche negli ultimissimi anni, con annessi freddo e neve che obbligano a rispolverare i giacconi pesanti appena rimessi nell’armadio. (Meteo Giornale)

Ed è ciò che vedremo tra questo martedì che segue una Pasquetta ancora addolcita dalla coda anticiclonica africana e un domani mattina raggelato. Saranno venti attesi come «caldi» ma che però apriranno la strada all’invasione artica della nostra atmosfera che per due tre giorni ci farà tornare, nelle minime, a valori da inverno. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr