Covid, Catalogna: in 10 giorni terapie intensive a rischio collasso

Covid, Catalogna: in 10 giorni terapie intensive a rischio collasso
Altri dettagli:
La Nuova Sardegna ESTERI

La responsabile ha assicurato che, in questo momento in cui parte del personale sanitario è in vacanza, "400 pazienti (Covid in terapia intensiva) hanno lo stesso peso di 600 in un altro momento", quindi il sistema sanitario è molto sotto stress.

A lanciare l'allarme è Gemma Craywinckel, direttrice di CatSalut, l'ente preposto alla gestione del sistema di prestazioni sanitarie pubbliche della Comunità catalana. (La Nuova Sardegna)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Fino all'allerta lanciata oggi dalle autorità sanitarie della Catalogna - dove sono stati reintrodotti distanziamento e coprofuoco - del rischio di tornare ad avere i reparti di terapia intensiva saturi a Bercellona e negli ospedali catalani entro fine luglio. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

C’è preoccupazione in Catalogna (nord-est della Spagna) per l’aumento dei ricoveri di malati di COVID in terapia intensiva: secondo gli ultimi dati forniti dalle autorità della regione - la più colpita attualmente da quella che i media iberici definiscono la «quinta ondata» di contagi - è già stata superata la soglia dei 300 posti letto in reparti di questo tipo (adesso sono 307). (Corriere del Ticino)

Covid: Catalogna, rischio collasso intensive in 10 giorni

La preoccupazione è alta in Catalogna, dove i pazienti in terapia intensiva sono passati da 114 registrati il 1 luglio a 297 di ieri, secondo gli ultimi dati disponibili. A lanciare l'allarme è Gemma Craywinckel, direttrice di CatSalut, l'ente preposto alla gestione del sistema di prestazioni sanitarie pubbliche della Comunità catalana. (Tiscali.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr