Lazio in zona bianca da lunedì 14 giugno: cosa cambia per i cittadini, abolito il coprifuoco

Lazio in zona bianca da lunedì 14 giugno: cosa cambia per i cittadini, abolito il coprifuoco
Fanpage.it INTERNO

È arrivata l'ufficialità: Roma e il Lazio passeranno in zona bianca a partire da lunedì 14 giugno.

Lazio in zona bianca: le nuove regole per i cittadini. Concretamente cosa cambierà per i cittadini del Lazio?

Ricordiamo che a livello nazionale è già prevista l'abolizione a partire dal 21 giugno, quindi il Lazio anticiperà questa decisione di una settimana in virtù dell'ingresso in zona bianca.

In zona bianca nei bar e nei ristoranti è possibile consumare cibi e bevande anche all'interno senza limiti di orario. (Fanpage.it)

Ne parlano anche altre testate

Questo vuol dire che non ci sarà più il coprifuoco e avremo maggiore libertà. Si legge: "Mi ha appena chiamato il ministro della Salute Speranza per confermare che da lunedì 14 giugno il Piemonte sarà in zona bianca. (La Stampa)

Tempo di lettura 2 Minuti. ROMA – Dal prossimo 14 giugno anche Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia e la Provincia Autonoma di Trento passano in area bianca. Tuttavia la situazione in Calabria e tale che, secondo la Cabina di Regia, la regione dovrà attendere il prossimo 21 giugno per tornare bianca assieme a Basilicata, Campania, Marche, Provincia autonoma di Bolzano, Sicilia e Toscana. (Quotidiano del Sud)

del tribunale di Palermo n.19 del 15/07/2010. Editore: SiciliaOnDemand Srl. Via Castellana Bandiera, 4/a – Palermo. Tel: 0919803766. P.IVA: 06220270828. Direttore responsabile: Manlio Viola. SiciliaOnDemand è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC). (BlogSicilia.it)

Ufficiale, Lazio in zona bianca da lunedì 14 giugno: cosa cambia

L’incidenza dei casi di contagio da coronavirus a livello settimanale è scesa, da 32 a 26 infezioni ogni 100mila abitanti, e con questo dato dal 14 giugno altre cinque Regioni italiane e una Provincia autonoma passeranno in zona bianca. (Sputnik Italia)

Oggi più che mai occorre conservare le corrette abitudini per non vanificare i tanti sacrifici fatti”. Queste le parole del ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine di un incontro al Ministero sul tema del rafforzamento della sanità territoriale (LaPresse)

Consentiti quindi gli spostamenti notturni con una settimana d'anticipo rispetto alla data ufficiale fissata dal decreto, ovvero il 21 giugno. Riaprono piscine al chiuso, centri benessere, parchi tematici e di divertimento, fiere, congressi, convegni e sagre. (Corriere dello Sport.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr