Operazione antidroga Enna: 13 indagati con reddito di cittadinanza

Operazione antidroga Enna: 13 indagati con reddito di cittadinanza
Sky Tg24 INTERNO

Al termine degli accertamenti, svolti in collaborazione con i funzionari dell'Inps, la Polizia ha comunicato l'esito dei controlli alla magistratura che ha disposto la revoca immediata dei benefici economici, come previsto dalla normativa e l'Inps ha attivato la procedura per il recupero delle somme indebitamente percepite

È il risultato degli accertamenti condotti dopo l'operazione "Fire" della squadra mobile di Enna per traffico di sostanze stupefacenti, estorsioni, rapina, sequestro di persona, che ha portato ad una serie di misure cautelari nei confronti di persone quasi tutte di Barrafranca (Sky Tg24 )

La notizia riportata su altre testate

omette di dichiarare di essere sottoposto a misura cautelare e di essere titolare di tre società nel settore agricolo per percepire il reddito di cittadinanza; scoperto e denunciato dai Carabinieri. I Carabinieri della Stazione di Capodimonte unitamente ai Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Viterbo al termine di una mirata attività investigativa hanno scoperto che un soggetto di Capodimonte, pregiudicato, pur di aderire al reddito di cittadinanza ometteva di comunicare di essere sottoposto a una misura cautelare in atto, oltre ad evitare di comunicare che era titolare di tre imprese in ambito agricolo, e riuscendo cosi a percepire il reddito. (Altolazionotizie)

A conclusione degli accertamenti, le Fiamme Gialle hanno, pertanto, deferito l’uomo all’Autorità Giudiziaria per l’ipotesi di reato di cui all’art. 4/2019 che prevede la reclusione da uno a tre anni. (La Gazzetta della Val d'Agri)

E di conseguenza è partita la segnalazione all’Inps per la revoca del reddito di cittadinanza. Beneficiario del reddito di cittadinanza dallo scorso mese di novembre, a Maratea (Potenza), un uomo è stato trovato dalla Guardia di Finanza a lavorare «in nero» in un cantiere: è stato denunciato. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Barrafranca: Spacciavano droga e percepivano reddito di cittadinanza.13 indagati

Complessivamente lo Stato ha erogato circa 10 mila euro al mese a persone che, pur non espletando ufficialmente attività lavorativa, secondo l’accusa erano attive nel traffico e spaccio di droga e beneficiavano del sussidio. (La Sicilia)

– Tredici dei 23 indagati nell’ambito di una operazione antidroga dello scorso gennaio, percepivano il reddito di cittadinanza. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

E’ il risultato degli accertamenti condotti dopo l’operazione “Fire” della Squadra mobile di Enna per traffico di sostanze stupefacenti, estorsioni, rapina, sequestro di persona, che ha portato ad una serie di misure cautelari nei confronti di persone quasi tutte di Barrafranca (Giornale Nisseno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr