Sinner, finale persa al Masters di Miami: "Non è stata la mia giornata, tornerò più forte"

Sinner, finale persa al Masters di Miami: Non è stata la mia giornata, tornerò più forte
Sky Sport INTERNO

Voglio ringraziarvi insieme a tutti quelli che guardano da casa

Complimenti anche al tuo team, stai facendo un bellissimo lavoro e hai uno splendido futuro.

anni e 7 mesi, alla sua prima finale in un Masters 1000 (alla terza apparizione), il ragazzo di Sesto Pusteria cede in due set all’amico Hubert Hurkacz.

L’ultima riflessione per il team: "Li ringrazio, nelle ultime due settimane siamo migliorati molto. (Sky Sport)

La notizia riportata su altri giornali

Per fare un sunto di tutto questo discorso, il torneo di Jannik Sinner è assolutamente da prendere e portare a casa con il sorriso sulle labbra. Che da questa mattina, nonostante possa essere considerato un giocatore monotematico, è il giocatore numero 22 al mondo ed è andato molto vicino a vincere la sua prima finale in un Masters1000. (OA Sport)

Sognavamo tutti che diventasse il più giovane giocatore della storia a conquistare il successo in un torneo Masters 1000, ma l'impresa è solo rimandata se Jannik Sinner confermerà, come ha già fatto a più riprese, quanto di bello fatto vedere nella primissima fase di una carriera che si annuncia scintillante. (NEVEITALIA.IT)

Un game già mitico, già passato alla storia. Sinner, dunque, sembra già destinato a entrare nell’Olimpo dei migliori, fosse solo per un fatto di cabala. (Undici)

10:55: Jannik Sinner, il tennista azzurro del momento: a 12 giocava a Ragusa VIDEO

L’Italia è una delle quattro nazioni a essere in doppia cifra tra i top 100. In Spagna le prime due teste di serie sono Pablo Carreno Busta e Fabio Fognini (La Gazzetta dello Sport)

Fair play confermato anche dalle parole di Jannik nel corso della premiazione. Commenta così Jannik Sinner la sconfitta (7-6, 6-4) nella finale del Miami Open di tennis contro il suo amico, compagno di allenamenti e di doppio Hubert Hurkacz. (L'Unione Sarda.it)

Con questo risultato il 19enne altoatesino si porta al numero 23 del ranking mondiale, diventando il 12° tennista azzurro di sempre così in alto in classifica. (RagusaNews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr