Ristori Covid-19: al via le domande per le imprese dei settori fiere e matrimoni

IlGiunco.net ECONOMIA

La Regione ha stanziato per questo 500 mila euro.

L’aiuto non potrà però essere cumulato con il ristoro per le imprese che lavorano con fiere e convegni, qualora abbiano richiesto anche quello.

I bandi saranno tutti gestiti da Sviluppo Toscana, società della Regione Toscana

La Regione ha stanziato per questo 934 mila euro.

Chi lavora all’allestimento di convegni e fiere, che la pandemia ha reso impossibile realizzare per lungo tempo, potrà contare su aiuti da mille a 10 mila euro. (IlGiunco.net)

La notizia riportata su altri media

Per le terme valgono gli stessi termini di presentazione, ma si lavora ad un proroga fino al 21 febbraio. – Sei bandi ancora aperti e un settimo che lo sarà da lunedì 17 gennaio. (Agenzia Impress)

Per matrimoni, eventi privati, fiere, convegni ed eventi pubblici la scadenza è il 31 gennaio. Bandi tutti pubblicati sul sito dell’azienda regionale Sviluppo Toscana, dove è possibile scaricare la documentazione necessaria e compilare le domande. (Controradio)

Sei bandi ancora aperti e un settimo che lo sarà da lunedì 17 gennaio. Per matrimoni, eventi privati, fiere, convegni ed eventi pubblici la scadenza è il 31 gennaio. (SerchioInDiretta)

Per le terme valgono gli stessi termini di presentazione, ma si lavora a un proroga fino al 21 febbraio. (IlCuoioInDiretta)

Bandi tutti pubblicati sul sito dell’azienda regionale Sviluppo Toscana, dove è possibile scaricare la documentazione necessaria e compilare le domande. Per matrimoni, eventi privati, fiere, convegni ed eventi pubblici la scadenza è il 31 gennaio. (LuccaInDiretta)

La Regione ha stanziato per questo 500mila euro. Chi lavora all’allestimento di convegni e fiere, che la pandemia ha reso impossibile realizzare per lungo tempo, potrà contare su aiuti da 1.000 a 10mila euro. (Siena News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr