'ndrangheta in Valle d'Aosta, confermate in Appello 11 condanne

'ndrangheta in Valle d'Aosta, confermate in Appello 11 condanne
Aosta Oggi SPORT

Condannati anche Marco Di Donato (9 anni), Roberto Alex Di Donato (5 anni e 4 mesi), Francesco Mammoliti (5 anni e 4 mesi), l'avvocato Carlo Maria Romeo (4 anni e 6 mesi), Bruno Trunfio (4 anni), Salvatore Filice (2 anni e 4 mesi), Roberto Bonarelli (1 anni e 6 mesi), Giacomo Albanini (1 anno), Rocco Rodi (1 anno) e Roberto Fabiani (10 mesi e 20 giorni)

'ndrangheta in Valle d'Aosta, condanne confermate in Appello ma non per Sorbara (Aosta Oggi)

Se ne è parlato anche su altri giornali

I giudici hanno inoltre confermato le provvisionali di risarcimento nei confronti dell'associazione Libera (5.000 euro) e dei comuni di Saint-Pierre (10.000 euro) e Aosta (10.000 euro) da parte di Marco Fabrizio Di Donato, Bruno Nirta, Roberto Alex Di Donato e Francesco Mammoliti; alla Regione Valle d'Aosta (10.000 euro) da Bruno Nirta. (Rai News)

La Corte d'Appello di Torino ha parzialmente riformato la sentenza di primo grado del processo con rito ordinario sull'inchiesta Geenna, relativa alla 'ndrangheta in Valle d'Aosta. Assolto l'ex consigliere regionale Marco Sorbara, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, perché il fatto non sussiste, e ordinata la sua liberazione dai domiciliari (La Stampa)

Ma dal Palazzo di giustizia in serata è uscito anche un grande assolto: Marco Sorbara, ex consigliere regionale dell’Union valdotaine, il maggior partito autonomista della Regione. Da Geenna è nata l’inchiesta Egomnia, chiusa nei mesi scorsi, su un presunto scambio elettorale politico-mafioso alle elezioni regionale valdostane del 2018 (Il Fatto Quotidiano)

'Ndrangheta, assolto ex consigliere regionale Valle d'Aosta e pena ridotta per ristoratore Raso

All’Università della Valle d’Aosta sono accolte oltre il 95% delle richieste, con innumerevoli esperienze di crescita umana e professionale maturate dai nostri studenti. Ufficio Orientamento Università della Valle d’Aosta. (AostaSera)

Secondo il Savt «molto più grave sarebbe, al contrario, scoprire che nonostante il vaccino le persone continuano ad ammalarsi e a finire in ospedale esattamente come se non lo avessero fatto Savt chiede dati più completi sull'andamento dei contagi in Valle d'Aosta (Aosta Oggi)

I giudici della seconda sezione penale della Corte d'appello di Torino le hanno ridotto complessivamente da 665 mila a 130 mila euro: 50 mila euro alla Regione Valle d'Aosta (assistita dall'avvocato dirigente Riccardo Jans), 40 mila euro al Comune di Saint-Pierre (avvocato Giulio Calosso), 30 mila euro al Comune di Aosta (avvocato Gianni Saracco) e 10 mila euro a Libera (avvocato Valentina Sandroni). (Il Lametino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr