Ucraina, la rivelazione di Caracciolo sui soldati: “Ci sono, ma vestiti da ucraini”

Nicola Porro ESTERI

La pensa più o meno così anche Lucio Caracciolo, esperto di politica estera e direttore di Limes. “Le armi adesso bastano. Quello che è stato decisivo non è certo quel poco che abbiamo inviato noi e il quasi nulla che hanno spedito i tedeschi: Usa e Gran Bretagna le inviano dal 2014. Ma soprattutto l’addestramento: perché mettere in campo centinaia di migliaia di soldati che fino a ieri facevano tutt’altro mestiere evidentemente implica un addestramento professionale”. (Nicola Porro)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr