Una Ferrari (ibrida) da sogno, stradale ma ispirata alle corse

In Terris SCIENZA E TECNOLOGIA

E’ la prima Ferrari ibrida plug-in con 1000 cv, ottenuti unendo propulsore termico e elettrico.

Un design avvenieristico. Una nuova era anche per il design della SF90 Stradale, curato dal Centro Stile Ferrari diretto da Flavio Manzoni.

Qualify: questa modalità permette il raggiungimento della massima potenza del sistema, in quanto anche ai motori elettrici viene consentito di lavorare alla loro massima potenzialità (162kW)

La Ferrari più veloce di sempre, estrema in ogni parte, che si pone al top della gamma del Cavallino. (In Terris)

Su altre fonti

Le emozioni sono garantite, e con il pacchetto Assetto Fiorano vengono amplificate. Meno peso, più carico. Per 50.000 euro in più (che si sommano ai 430.000 della “base”) la Ferrari SF90 Stradale Assetto Fiorano aggiunge anzitutto un più vistoso spoiler posteriore. (AlVolante)

Naturalmente sul circuito di Fiorano, dove vengono testate tutte le supercar del Cavallino. Ferrari SF90 Stradale, motorizzazione ibrida plug-in. A spingere la nuova Ferrari SF90 Stradale troviamo un powertrain composto dal motore V8 turbo da 780 cavalli abbinato a tre motori elettrici per un totale di 220 cv (162 kW): uno posto tra il motore endotermico e il cambio, e due sull’assale anteriore. (Il Sole 24 ORE)

Parliamo di un assetto ancora più specifico ad impostazione decisamente racing per coloro i quali vogliono vivere. Qualcosa di difficilmente spiegabile se non lo provi sulla tua pelle, se non te li fai entrare inevitabilmente dentro quando spingi l’acceleratore della nuova Ferrari SF90 Stradale Assetto Fiorano (sfuggire all’accerchiamento dei Sioux. (Auto.it)

detto in cavalli, è un numero che fa paura, se poi sono “cavallini” made in Maranello alla potenza si aggiunge il carico di grinta e sportività che la Ferrari rappresenta. Insomma, una cosa molto più complicata di quanto già sembri e di cui però, una volta al volante, nessuno si accorge e 1000 Cv non fanno più paura (La Repubblica)

Dopo una tale mole di informazioni serve un bel respiro profondo per sedersi al volante della SF90 Assetto Fiorano: c’è inevitabilmente un po’ di soggezione sapendo che ci sono mille cavalli pronti sotto il piede destro e tanta elettronica che lavora per esprimerli al meglio. (Il Fatto Quotidiano)

Il fatto è che per lui tutto è automatico, mentre io sto prendendo le misure al mostro da 1.000 CV stando attento che non mi divori da una curva all’altra. Ho viaggiato nell’interstellar della guida sportiva e sono approdato in una nuova dimensione, quella dei 1. (Autoblog.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr