Il pastore Carollo: «Voto Fratelli d'Italia perché dicono che quello dei gay non è amore ma peccato»

Il pastore Carollo: «Voto Fratelli d'Italia perché dicono che quello dei gay non è amore ma peccato»
Gayburg INTERNO

Inizia ad assicurare che il suo Toselli sia contrario al ddl per il contrasto ai crimini d'odio e che sarebbe "moralmente e eticamente" gradito a Dio perché sosterrebbe che quello dei gay non sarebbe amore ma un "peccato".Tra i soliti insulti gratuiti che Luigi Carollo ama vomitare contro i gay da quando è stato promosso dalle organizzazioni satellite di, scrive:Se le cose stessero come dice Carollo, chi vota Toselli avrebbe motivo di vergognarsi del male che vuole infliggere ai bambini gay

Il pastore evangelico Luigi Carollo assicura che il candidato di Giorgia Meloni a Cento sia un omofobo e che vada votato in quanto tale. (Gayburg)

Se ne è parlato anche su altri media

Non c’è nulla di più antidemocratico che eliminare il primo partito d’Italia Nessuno si sogna di dire che FdI è fuori dall’arco parlamentare o che vada sciolta… sostengano di sciogliere Forza Nuova”. (L'Opinione)

Il Governo deve intervenire immediatamente per evitare caos e discriminazioni, la spesa dei tamponi venga interamente coperta dallo Stato e la durata del Green Pass duri almeno 72 ore", conclude Meloni. (Yahoo Finanza)

L’obiettivo è migliorare la preparazione e la coscienza musicale e liturgica di chi in parrocchia canta nel coro o suona uno strumento, in genere la chitarra o l’organo. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Meloni: non fatevi ingannare da questa gente, continuate a difendere la vostra libertà - La Prima Pagina

Martedì 12 ottobre 2021 - 15:45. Fdi, Meloni: poteri forti contro di noi, nostro faro è il voto”. "Agli attacchi rispondiamo con la richiesta di democrazia". “Ricordatevi – ha aggiunto rivolgendosi alla folla – che avremo sempre contro i poteri forti, ma il nostro faro sono la democrazia ed il voto” (askanews)

Viceversa, il fondatore del Partido Popular, Manuel Fraga Iribarne, era il braccio destro del Caudillo negli ultimi anni del regime. Nasce dalla crisi del partito popolare, e dalla reazione all’indipendentismo catalano. (Corriere della Sera)

Si sono svegliati oggi in piena campagna elettorale chiedendo conto al centrodestra di decisioni prese da loro. L’allora ministro dell’Interno Minniti (del PD) non ha posto alcun problema alla loro partecipazione, non li ha reputati sovversivi. (La Prima Pagina)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr