Alberto viene punto da una vespa e muore per shock anafilattico: stava sistemando il terrazzo

Alberto viene punto da una vespa e muore per shock anafilattico: stava sistemando il terrazzo
ROMA on line INTERNO

Tragedia ad Anagni dove un uomop è morto dopo la puntura di una vespa mentre sta sistemando il terrazzo e muore.

Zingarofalo, persona conosciuta e stimata ad Oria, lascia la moglie e tre figli

La vittima aveva 50 anni e si chiamava Alberto Fontana, residente in località Osteria della Fontana ad Anagni, provincia di Frosinone.

A causa dello shock anafilattico è stato necessari l'utilizzo di un defibrillatore, ma dopo circa un'ora il cuore del 50enne ha smesso di battere. (ROMA on line)

Su altri media

Inevitabili le polemiche sulla mancanza di un pronto soccorso in città, forse inopportune nei tempi ma giustificate dalla richiesta corale della popolazione. In molti non hanno dubbi: se Anagni avesse avuto ancora il pronto soccorso, sarebbe stato effettuato con immediatezza il ricovero propedeutico alle necessarie cure (ciociariaoggi.it)

I funerali di Alberto si sono tenuti quest’oggi nella chiesa di San Giuseppe Lavoratore in località Osteria della Fontana di Anagni alle ore 16. I funerali si sono tenuti quest’oggi nella chiesa di San Giuseppe Lavoratore. (Sky Tg24 )

È morto così ieri mattina ad Anagni Alberto Fontana, 52 anni, residente in contrada Osteria della Fontana, nella parte bassa della città dei papi, nei pressi della via Casilina. Alberto Fontana era molto conosciuto e stimato, in città e nella zona di Osteria della Fontana, da sempre il suo quartiere (corriereadriatico.it)

Assalito da uno sciame di vespe mentre fa dei lavori sul tetto, muore un 52enne - L'Unione Sarda.it

Gli insetti avrebbero quindi, come capita in questi casi, reagito per proteggere il nido, aggredendo Alberto Fontana e pungendolo in diversi punti del corpo. Punto dalle vespe, lascia moglie e figli. Molto probabilmente però, dalle testimonianze raccolte, l’uomo ha disturbato un nido di vespe che si trovava nei pressi dell’impianto. (ilmessaggero.it)

I sanitari hanno provato a stabilizzare le condizioni del 52enne, improvvisamente peggiorate sino a che il suo cuore non ha smesso di battere. Le esequie di Alberto si sono tenute lunedì 19 luglio nella chiesa di San Giuseppe (Corriere della Sera)

Secondo le prime ricostruzioni, ieri l’uomo è salito sul tetto della propria abitazione per portare a termine alcuni lavori (forse per sistemare un pannello fotovoltaico), quando è stato attaccato da un numero imprecisato di insetti. (L'Unione Sarda.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr