Alitalia: McGuinness, 'pronti a partecipare a gara asset, non vanno passati a Ita'

La Sicilia ECONOMIA

Roma, 8 giu.

- (Adnkronos) - "Non si può pensare a un semplice trasferimento degli asset della 'vecchia' Alitalia a Ita: vanno messi in una gara, alla quale siamo intenzionati a partecipare.

Lo sottolinea Jason McGuinness, direttore commerciale Ryanair che all'Adnkronos, in occasione della presentazione dei nuovi piani per Roma spiega che il gruppo non è invece "interessato al brand" Alitalia.

"Non possiamo accettare una situazione nella quale la nuova compagnia riceve 3 miliardi di aiuti che non deve restituire e si tiene i vecchi asset - spiega - Non si può giocare contemporaneamente su due campi"

Ci interessano gli slot e non solo quelli". (La Sicilia)

Se ne è parlato anche su altre testate

Ecco alcune dichiarazioni del titolare del dicastero di Via Veneto: “Saranno mesi di transizione dolorosi, anche sotto il punto di vista dell'assetto e occupazionale. L’alternativa realistica per risolvere il problema è rappresentata dal risarcimento economico per chi ha acquistato i ticket, più precisamente per il periodo in cui Alitalia potrebbe non essere operativa (AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency)

L’accordo commerciale. I tedeschi sono convinti che ci siano evidenti sinergie tra i Paesi del gruppo Lufthansa (Germania, Svizzera, Austria, Belgio) e l’Italia. ITA potrebbe poi partecipare ai progetti interni del gruppo Lufthansa che vanno dalle operazioni per l’incremento dei ricavi alla riduzione del consumo di kerosene nei voli. (Notizie - MSN Italia)

Nell’immediato, però non si può partire con 10 mila persone Esuberi. Per quanto riguarda invece gli esuberi di Ita che potrebbero aggiungere le 6 mila unità, Lazzerini si è dimostrato sicuro. (Travel Quotidiano)

Alitalia, si parte con la gara per il marchio

Roma, 8 giu. – (Adnkronos) – “Non si può pensare a un semplice trasferimento degli asset della ‘vecchia’ Alitalia a Ita: vanno messi in una gara, alla quale siamo intenzionati a partecipare. Ci interessano gli slot e non solo quelli”. (SardiniaPost)

Secondo quanto pubblicato da Il Corriere della Sera, che cita fonti ministeriali e industriali, la collaborazione iniziale con Ita passerebbe da tre punti fondamentali: “l’utilizzo dell’infrastruttura commerciale del gruppo per vendere di più e meglio, l’accesso a un’unica centrale acquisti per ottenere risparmi e l’ingresso come membro di primo livello nella joint venture transatlantica”. (Travel Quotidiano)

Sulle ipotesi circolate di 5mila esuberi: “Il nostro piano finale prevede 9.500 dipendenti e l’attuale Alitalia ne ha 10.500, in questi anni ci saranno anche prepensionamenti”. In attesa del piano di ristrutturazione della compagnia, il ceo di Ita annuncia la gara per il marchio. (Radio Colonna)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr