Imperia: "cannabis legale", i Giovani Democratici sostengono il referendum online. "Il proibizionismo ha fallito, finanzia il mercato nero"

Imperia: cannabis legale, i Giovani Democratici sostengono il referendum online. Il proibizionismo ha fallito, finanzia il mercato nero
Imperiapost.it INTERNO

Legalizzazione cannabis: intervengono i Giovani Democratici di Imperia. “Come Giovani Democratici della Provincia di Imperia riteniamo doveroso sostenere il referendum.

Come Giovani Democratici siamo convinti che il proibizionismo abbia fallito e che non sia la soluzione al problema dell’abuso

“Come Giovani Democratici riteniamo sia arrivato il momento in questo Paese di fare un passo in avanti.

Il quesito propone di intervenire sul piano della rilevanza penale e su quello delle sanzioni amministrative – Anche i Giovani Democratici della provincia di Imperia scendono in campo a sostegno del referendum per legalizzare la cannabis. (Imperiapost.it)

Ne parlano anche altri giornali

Il Riformista ha inaugurato ieri a Roma la prima delle cinque giornate di raccolta firme sui Referendum Giustizia giusta: sei quesiti per cambiare un sistema che da troppo tempo non funziona. Dopo il successo di Napoli, dove le adesioni hanno sfiorato quota tremila, si replica nella Capitale. (Il Riformista)

Referendum Cannabis Legale: come firmare online senza SPID? La prima cosa da fare per aderire al Referendum Cannabis Legale è quella di accedere al sito ufficiale dell’iniziativa dove sarà presente un bottone “Firma Ora”. (Money.it)

Magi ha anche sottolineato che la possibilità di firmare per il referendum con l’identità digitale (Spid) è «epocale e positiva». Molto traffico web al sito della campagna, ha ricordato, arriva da Instagram, e dunque spesso da utenti giovani (Gazzetta del Sud)

Referendum cannabis, Magi: "Partecipazione dei cittadini mai vista prima, i politici non vogliono occuparsene"

Non si è ancora conclusa la raccolta delle firme per il referendum sull’eutanasia legale, ma già è partita una raccolta per una consultazione sulla depenalizzazione della cannabis. L’obiettivo è quello di raggiungere le 500 firme richieste entro il 30 settembre, quando scadranno i termini per la presentazione di proposte di referendum presso la Cassazione. (L'HuffPost)

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: +europa, Antiproibizionisti, Cannabis, Carcere, Consumatori, Consumi, Digitale, Eutanasia, Giustizia, Internet, Legalizzazione, Partiti, Politica, Proibizionismo, Referendum, Sanzioni, Staderini. (Radio Radicale)

Credo che nella giornata di oggi supereremo le 250mia firme, cioè in tre giorni la metà di quelle che ci servono. Commenta così il deputato di +Europa, Riccardo Magi, i risultati della campagna referendaria sulla legalizzazione della cannabis (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr