Trento, uccide la moglie con un'accetta e poi tenta il suicidio

Trento, uccide la moglie con un'accetta e poi tenta il suicidio
IL GIORNO INTERNO

L'allarme è stato lanciato da un passante che ha notato il corpo dell'uomo agonizzante a terra.

Trento, 22 febbraio 2021 - Tragedia a Cortesano, in zona Maso Saracini, piccolo centro a pochi chilometri da Trento, dove un imprenditore agricolo di 39 anni, Lorenzo Cattoni, ha ucciso la ex moglie, Deborah Saltori, 42 anni, sembra utilizzando un'accetta e colpendola alla carotide.

Sul posto ci sono gli agenti della Squadra Mobile coordinati dal vicequestore Tommaso Niglio e il pubblico ministero Carmine Russo

L'uomo, che era agli arresti domiciliari a casa dei genitori a Nave San Rocco, a circa 15 chilometri da Trento, ma poteva assentarsi per lavorare, era già stato ammonito dal questore di Trento due volte per violenza domestica, anche nei confronti di una precedente compagna. (IL GIORNO)

Ne parlano anche altri media

Sul posto ci sono gli agenti della Squadra Mobile coordinati dal vicequestore Tommaso Niglio ed il pubblico ministero Carmine Russo L'omicida, imprenditore agricolo di 39 anni, Lorenzo Cattoni, ha ucciso la ex moglie, Deborah Saltori, 42 anni, colpendola alla carotide. (l'Adige)

E forse per questo che Cattoni era agli arresti domiciliari a casa dei genitori a Nave San Rocco. L'ennesima notizia di femminicidio questa volta arriva dal piccolo comune di Cortesano, in provincia di Trento, dove Deborah Saltori, 42 anni, è stata uccisa dall'ex marito a colpi di accetta. (Fanpage.it)

Femminicidio a Trento: uccide la compagna poi tenta il suicidio

Il medico rianimatore è arrivato in elicottero, ma non c'è stato nulla da fare per Deborah Saltori I due non vivevano più insieme: Cattoni, imprenditore agricolo, pluripregiudicato, si trovava agli arresti domiciliari in un paese della Piana Rotaliana. (TrentoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr