Variante inglese Covid: in Puglia oltre il 38% dei casi nelle sei province

Variante inglese Covid: in Puglia oltre il 38% dei casi nelle sei province
La Gazzetta del Mezzogiorno INTERNO

Sono infatti 245 su 634 i positivi con la nuova mutazione tracciati nelle sei province.

Al momento non sono state tracciate altre varianti, ma è in corso un terzo studio per cercare anche l’eventuale presenza delle varianti brasiliana e sudafricana.

Lo studio sulla variante inglese è stato svolto dalla professoressa Maria Chironna, coordinatrice della rete regionale dei laboratori SARS Cov-2 Uoc (Unità operativa complessa) e a capo del laboratorio di epidemiologia molecolare e sanità pubblica del Policlinico di Bari, e dal dottor Antonio Parisi, direttore sanitario dell’Istituto Zooprofilattico della Puglia e Basilicata

Entrando nel dettaglio delle province, a Bari su 323 campioni sono stati individuati 124 casi, pari al 38.4%; nella Bat (Barletta-Andria-Trani) su 50 campioni 6 riguardano la variante inglese, pari al 12%; a Brindisi su 129 campioni ne sono stati rilevati 72, pari al 55.8%; a Foggia su 62 campioni ce ne sono 18, pari al 29.0%; a Lecce su 20 campioni ce ne sono 3, pari al 15%; a Taranto su 48 campioni ce ne sono 22, pari al 45.8%. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Su altre testate

ono partite oggi le vaccinazioni anti-Covid per i cittadini over 80 in Puglia. La prima è stata suor Vittoria, 87 anni, che ha ricevuto la prima dose a domicilio ad Andria. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi martedì 23 febbraio 2021 in Puglia, sono stati registrati 12.067 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 823 casi positivi: 308 in provincia di Bari, 89 in provincia di Brindisi, 103 nella provincia BAT, 71 in provincia di Foggia, 70 in provincia di Lecce, 174 in provincia di Taranto, 8 provincia di residenza non nota. (TraniViva)

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook “Ciò che ancora oggi, dopo quattro mesi di ordinanze dall’efficacia temporale sempre più ridotta, sfugge al presidente della Regione Puglia – si legge ancora – è che finora le scuole non sono state dei cluster di contagio, non più di quanto lo siano stati altri luoghi in cui si riunisce gente”. (l'Immediato)

Vaccini antiCovid, in Puglia è il giorno degli over 80: via alle prime dosi

Con la nuova ordinanza, infatti, sono state chiuse persino le scuole dell’infanzia, gettando di fatto bambini e genitori nel caos più totale. Il resto d’Italia cerca con fatica di ritrovare una parvenza di normalità, mentre in Puglia – confermata tra le regioni gialle per la bassa incidenza di contagi – vengono chiuse le scuole. (StatoQuotidiano.it)

Invece nell’area medica, che comprende i reparti di malattie infettive, pneumologia e medicina interna, l’occupazione rilevata è pari al 35%, cinque punti percentuali in meno rispetto al limite fissato dal ministero della Salute. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Le prime dosi vengono somministrate negli spazi del centro vaccinale di Santo Spirito, in vico Traversa 11. Sono state allestite sedi vaccinali in tutti i comuni. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr