Ricoverata dopo la vaccinazione con Astrazeneca: le condizioni della donna

Yahoo Notizie SALUTE

ricoverata dopo Astrazeneca Genova. Dopo il caso della 18enne ricoverata a causa di una trombosi successiva al vaccino Astrazeneca, da Genova arriva un’altra notizia preoccupante: una donna di 34 anni è stata ricoverata a causa di trombi e piastrine basse.

Molti temono che il problema sia una conseguenza del vaccino Astrazeneca, che era stato somministrato alla donna solo una decina di giorni prima. (Yahoo Notizie)

La notizia riportata su altri media

Secondo quanto riferito dagli specialisti del Policlinico San Martino, la paziente è cosciente, perfettamente collaborante e non presenta sintomatologia associabile ad una trombosi Dai primi esami effettuati è emerso un livello basso di piastrine nel sangue ma sono in corso ulteriori accertamentii. (GenovaToday)

Una donna di 34 anni vaccinata lo scorso 27 maggio con la prima dose di Astrazeneca è ricoverata presso l'Ospedale Policlinico San Martino di Genova dove sono in corso accertamenti. "La donna, savonese, mentre si trovava al lavoro nel Tigullio ha avvertito un forte mal di testa e si è recata autonomamente presso l'Ospedale Policlinico San Martino" spiega la nota. (La Repubblica)

La donna è arrivata al pronto soccorso del San Martino martedì per un forte mal di testa. I valori delle piastrine, riporta ancora la direzione ospedaliera, sono ancora bassi, ed è anche per questo che la donna è stata ricoverata in monitoraggio costante in terapia intensiva. (GenovaToday)

Donna di 34 anni ricoverata al San Martino con piastrine basse, vaccinata ad Alassio con AstraZeneca

Ricoverata dopo vaccino Astrazeneca: secondo caso sospetto a Genova. Quanto accaduto alla paziente originaria di Savona è il secondo caso sospetto registrato a Genova nelle ultime settimane (Notizie.it )

La donna ha riferito di essere stata vaccinata ad Alassio il 27 maggio scorso con la prima dose di Astrazeneca". Per verificare la causa del basso livello di piastrine nel sangue ed evitare comunque un aggravamento delle sue condizioni, è stata avviata la terapia e sono in corso ulteriori esami" concludono dall'ufficio stampa regionale (SavonaNews.it)

Per verificare la causa del basso livello di piastrine nel sangue ed evitare comunque un aggravamento delle sue condizioni, è stata avviata la terapia e sono in corso ulteriori esami Secondo quanto riferito dagli specialisti del policlinico San Martino, la paziente è cosciente, perfettamente collaborante e non presenta sintomatologia associabile ad una trombosi. (IVG.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr