Berlusconi: la riforma della giustizia? La sinistra se ne accorge solo ora

Berlusconi: la riforma della giustizia? La sinistra se ne accorge solo ora
Corriere della Sera INTERNO

Prima legge che il grillino Di Maio chiede scusa per «l’uso della gogna come strumento di campagna elettorale».

Poi legge che il democratico Bettini abbraccia i referendum sulla giustizia, sposando il quesito sulla separazione delle carriere dei magistrati.

E allora si inalbera: «Se ne sono resi conto solo ora a sinistra?».

Gli scandali D’un tratto sulla giustizia il Cavaliere ritiene che (quasi) tutti parlino la stessa lingua: «La mia»

«36 processi e 3 mila udienze» Il mondo cambia, ma la giustizia resta il chiodo fisso del Cavaliere. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Al rientro dalla pausa dovuta alla malattia, via web Berlusconi ha rilanciato alla grande l'idea, parlando per il futuro di «partito unico». Aggiunge: «Berlusconi ha parlato spesso di partito unico, di una grande forza liberale conservatrice, magari in vista del 2023, quando si voterà». (ilGiornale.it)

La proposta di federazione tra Lega e Forza Italia è, in estrema sintesi, il tentativo disperato di Matteo Salvini di “bloccare” la situazione politica a un oggi che lo vede dominus della destra italiana. (Il Fatto Quotidiano)

La loro protesta ha già provocato un accenno di frenata da parte di Silvio Berlusconi. Dentro Forza Italia la resistenza più forte è quella delle due leader Gelmini e Carfagna, l’una al nord l’altra al sud, che non vogliono sentir parlare di una sottomissione alla Lega di Salvini. (Quotidiano del Sud)

Sondaggio, la Federazione piace agli elettori: Salvini e Berlusconi col turbo, le cifre dell'ultima rilevazione

«A quattro mesi dall’insediamento del governo Draghi e nell’imminenza delle elezioni amministrative, dalla Lombardia Forza Italia rilancia l’impegno per la ricostruzione del Paese con il primo grande evento dopo le riaperture dal titolo `Italia, ci siamo!´». (Corriere Bergamo - Corriere della Sera)

Che ci riesca o no e quello che seguiteremo a vedere e raccontare nei prossimi giorni Quella era un’altra guerra, altre macchine, ma anche un’altra Italia che non corrisponde più minimamente a quella di oggi. (Quotidiano del Sud)

La Lega resta saldamente primo partito al 21,5%, Fratelli d’Italia è al 18,6 (-0,5), il Pd è al 17,8 (-0,2), il Movimento 5 Stelle è al 17,1 (-0,3%). Sono alcuni dei dati emersi dal sondaggio EMG Different commissionato dalla trasmissione di Rai 3, Agorà, e diffuso questa mattina, 11 giugno. (Liberoquotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr