Pogba tranquillizza la Juve

Pogba tranquillizza la Juve
Tuttosport SPORT

Niente intervento chirurgico e terapia conservativa che nel giro di cinque settimane potrebbe riconsegnare il Polpo a Massimiliano Allegri.

Va bene, sì, è vero.

Ma il Paul Pogba visto ieri a Villar Perosa per il vernissage di famiglia è parso tutto tranne che un uomo preoccupato.

Lui li ha puntati dritti e poi ha fatto il gesto da rapper con la mano, a indicare un momento comunque cool e positivo

Già, ieri c’era anche lui a Villar Perosa per la festa di famiglia. (Tuttosport)

Ne parlano anche altre fonti

Poi lui, come al solito, con il suo aziendalismo spinto, sa dissimulare bene le proprie preoccupazioni latenti, ma che non sia del tutto tranquillo lo si è intuito dalle parole rilasciate al termine del vernissage di Villar Perosa, lasciando quasi intuire che non proprio tutto stia andando come dovrebbe. (Calciomercato.com)

Visibilmente zoppicante e con un sorriso tirato, Pogba ha lasciato lo scalo torinese senza dichiarazioni. Pogba potrebbe tentare pure la via della terapia conservativa, evitando l’intervento. (Corriere della Sera)

Pogba ha già iniziato con il lavoro in palestra e piscina, oltre alla fisioterapia, poi svolgerà un lavoro differenziato in campo. Esiste poi un ulteriore ipotesi: nel rompersi in un certo modo il menisco potrebbe sistemarsi e scongiurare l’operazione (Tuttosport)

Pogba, niente operazione: i medici suggerivano l’intervento, il ruolo del fisioterapista

Ora che Paul Pogba ha preso la sua decisione - il non intervento - Tencone diventa persona giusta, e competente, per capire la ratio di tale scelta. «Con l’operazione si asporta il pezzettino rotto e non c’è più niente che si possa incastrare (Tuttosport)

Il lavoro di Paul ora si divide tra la piscina dellae il. Riabilitazione in acqua, terapia per tre settimane e si vedrà, alla fine, se il recupero sarà effettuato. (ilBianconero)

Da quasi dieci giorni, quando Pogba s’era lesionato il menisco laterale, questo era diventato il dilemma interiore del giocatore: operarsi o no? Che l’opzione consigliata fosse l’intervento, il dottor Cottet-Sonnery l’aveva già anticipato al telefono, dopo che i medici juventini gli avevano subito inviato esami e check up del ginocchio. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr