G8 vent'anni dopo, la musica non cambia: Manu Chao torna a Genova per un doppio live

G8 vent'anni dopo, la musica non cambia: Manu Chao torna a Genova per un doppio live
Liguria 24 CULTURA E SPETTACOLO

Ma tanti lo ricordano anche qualche settimana prima, quando – davanti a 15 mila persone – sul palco allestito all’ex laminatoio di Campi, condivise la scena con Don Gallo per richiamare a Genova le forze di quello che ancora veniva chiamato il “popolo di Seattle”, i no global, insomma.

. » Leggi tutto

Tanti lo ricordano il 19 luglio del 2001, quando si esibì in piazzale Kennedy nel pieno dei giorni del G8. (Liguria 24)

Ne parlano anche altri media

È entrato in carcere nel 2013, dopo un anno di latitanza, e ne uscirà solo a marzo del 2022. A Genova, nel 2001, lui però voleva “solo” contestare a modo suo “i potenti del pianeta, i veri devastatori” che in quei giorni si riunivano per il G8. (LaPresse)

La sfida vera riguarda ora la gestione dei fondi in arrivo con il Pnrr, per Re David, anche e soprattutto in tema di occupazione. Nel pomeriggio è stato il mondo del lavoro e dell’occupazione il centro dell’incontro organizzato da Fair, cooperativa equo solidale, insieme alla Fiom. (LaPresse)

"Un grazie a Genova, e un pensiero a chi non c'è più, - ha commentato - la storia è passata di qua, da questa piazza, e continua a farlo" (L'HuffPost)

Da Zerocalcare a Manu Chao, gli eventi della giornata del G8

Poi la violenza, la morte di Carlo Giuliani in piazza Alimonda, l'assedio alla scuola Diaz. La città blindata nella zona rossa, i cortei, il vertice con i grandi della Terra. (LaPresse)

concerto. Il primo è previsto ai giardini Luzzati il 19 luglio, l’altro al porto antico, ed è già sold out, il 21 luglio. Vent’anni dopo, riecco Manu Chao a Genova: il cantuatore franco-spagnolo si esibirà nella città ligure come il 19 luglio 2001. (Notizie Musica)

Ma anche le forme di resistenza, le rivoluzioni avviate, la condivisione di saperi e la presa di coscienza che il mondo non sarebbe più stato lo stesso. Un filo conduttore, "il ricordo del passato per guardare al futuro", che si ritrova in tutti gli appuntamenti nel programma elaborato dalla rete Genova 2021: voi la malattia, noi la cura (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr