Pasquetta, perché si chiama anche "Lunedì dell'angelo"

Pasquetta, perché si chiama anche Lunedì dell'angelo
Libreriamo INTERNO

Ma perché si chiama proprio Pasquetta?

Definita anche nel calendario liturgico cattolico “Lunedì dell’angelo”, essa prende il nome dal fatto che in questo giorno si ricorda l’incontro dell’angelo con le donne giunte al sepolcro di Gesù.

Perché si definisce anche Lunedì dell’angelo?

L’espressione “Lunedì dell’Angelo”, diffusa in Italia, è tradizionale e non appartiene al calendario liturgico della Chiesa cattolica, il quale lo indica come lunedì dell’Ottava di Pasqua, alla stessa stregua degli altri giorni dell’ottava (martedì, mercoledì ecc. (Libreriamo)

La notizia riportata su altre testate

cronaca. Italia blindata anche oggi per evitare le tradizionali gite fuori porta e assembramenti. (TG La7)

Proprio per questo molti romani hanno optato per un lunedì dell’Angelo all’insegna del benessere fisico: sono centinaia le persone che nella Capitale hanno deciso di dedicarsi alla corsa, alla bici o alle lunghe passeggiate. (LaPresse)

Per quanto riguarda invece la possibilità di fare una passeggiata o giri in bici (non di natura sportiva), in zona rossa sono consentiti solo se svolti individualmente e in prossimità della propria abitazione. (Libertà)

Pasquetta in zona rossa: cosa si può fare e cosa no in Sicilia

Portiamo plaid, tovaglie eleganti, cappelli di paglia, cuscini, vini in cassette di legno da usare come tavoli. Galateo del picnic di Pasquetta. La musica è un toccasana se siamo da soli (Proiezioni di Borsa)

Ma nel complesso durante il week end di Pasqua non si sono segnalate particolari criticità durante i controlli di polizia, carabinieri e polizie locali impegnate nel pattugliamento del territorio con controlli mirati per il rispetto della normativa anti-Covid. (Il Fatto Quotidiano)

8) Rimane, inoltre, sempre consentita la vendita con consegna a domicilio dei prodotti alimentari e dei combustibili per uso domestico e riscaldamento La consegna a domicilio è consentita senza limiti di orario, ma deve avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti. (La Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr