La nuova crociata di De Luca: “Cafoni Zero, ecco perché chiudo la movida”

La nuova crociata di De Luca: “Cafoni Zero, ecco perché chiudo la movida”
Il Fatto Vesuviano Il Fatto Vesuviano (Interno)

Approfittiamo per fare una campagna cafoni zero, no boor».

E lo fa in occasione della Fase 2 e dello stop della movida alle 23: «Cogliamo l’occasione per umanizzare i momenti di incontro affinché non ci si rincretinisca con alcol e droghe.

Su altre fonti

Previste anche fasce orarie per consentire l’accesso alle spiagge libere, prevedendo la possibilità di chiuderle di notte. Il restante 33% andrebbe a persone singole, con stalli da 4 metri quadrati. (Riviera Press)

9:42 - De Magistris a Bellenger: “Riaprire Bosco Capodimonte”. "La chiusura del bosco di Capodimonte è un atto gravissimo. E così, a pochi giorni dall'apertura, lo scorso 18 maggio, chiude il Real Bosco di Capodimonte, a Napoli (Sky Tg24 )

Vincenzo De Luca fa il punto settimanale sull’emergenza coronavirus in Campania su Facebook e parla dei problemi tra Regione e Stato:. “Le polemiche tra la Campania e lo stato? Noi dovevamo decidere quale istituzione dovesse certificare lo stato dell’epidemia, se dovessero farla venti regioni o lo stato Italiano cioè il Ministero. (IlNapolista)

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca, lancia in diretta Facebook la campagna “cafoni zero” e conferma la chiusura dei locali alle 23 per mettere un freno alla movida. Per De Luca, quindi, la Fase 2 si trasforma in un occasione da cogliere “per annullare queste abitudini a rincretinirsi. (Sky Tg24 )

La rivoluzione nell’organizzazione degli stabilimenti, la recessione, la crisi economica potrebbero portare ad un aumento delle tariffe di ombrelloni e lettini. Un timore già lanciato tempo fa dal Codacons, l’associazione dei consumatori, che denunciava un innalzamento dei prezzi per l’estate 2020. (ViaggiNews.com)

Proseguiranno gli incontri con le categorie interessate per condividere tutte le misure. Sono vietati eventi e party in sale da ballo e discoteche, all'aperto o al chiuso, che possono costituire pericolo di contagio. (IlCorrierino.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti