LBA - La festa (vietata) di Aradori a Pasqua era forse una fake news

LBA - La festa (vietata) di Aradori a Pasqua era forse una fake news
Pianetabasket.com SPORT

Non mi spiego come possa essere stata pubblicata una foto che non è di questi giorni, perchè i nostri controlli sono stati molto serrati e diligenti.

Io ho vissuto questi giorni di Pasqua con un po’ di apprensione, aspettandomi anche controlli da parte delle forze dell’ordine, perché l’attività aperta poteva destare qualche sospetto.

Non era in albergo, non poteva aver fatto la foto quel giorno

Noi ci teniamo molto alla salute dei nostri clienti, e poteva entrare solo chi aveva una prenotazione alberghiera. (Pianetabasket.com)

Ne parlano anche altri giornali

L’immagine, pubblicata su Instagram e poi rimossa da uno dei partecipanti al ritrovo al Vistamare Suite&Spa di Lido di Savio, nel ravennate, ha presto fatto il giro della rete. L’autore della foto, prima di cancellarla, ha risposto a chi faceva notare l’anomalia che al Vistamare Suite&Spa “fanno il tampone prima di entrare” (La Repubblica)

Come scrive Luca Bortolotti su La Repubblica, la Fortitudo, già indispettita con Pietro Aradori per il post negazionista poi ritrattato, ha richiamato il giocatore nella giornata di ieri dopo che la sua foto senza mascherina, insieme ad altre 16 persone, è stata postata sui social (Sportando)

Ma il pranzo di Pasqua e che ognuno di noi era seduto e che ognuno di noi era seduto al suo tavolo rispettando le regole. Il Resto del Carlino spera che il prossimo tampone di Pietro Aradori sia negativo altrimenti alla beffa si aggiungerebbe anche il danno per la formazione bolognese (Sportando)

Aradori-Covid, festa in 15 senza mascherina: il giocatore della Fortitudo ci ricasca dopo il post negazionista

Ma è esattamente ciò che penso”, l’ex capitano della nazionale Pietro Aradori, stando ad una foto postata da Federico Nanni, era al Vistamare Suite&Spa il giorno di Pasqua insieme ad almeno altre 16 persone. (Sportando)

hotel. Nel weekend pasquale è stato infatti fotografato nell’hotel Vistamare di Lido di Savio, sulla riviera romagnola, assieme a 15 persone, tutte senza mascherina. Dopo la prima gaffe, Aradori si era scusato in un’intervista al Corriere della Sera: “Ho sbagliato e ora voglio e devo chiedere scusa a tutti. (La Gazzetta dello Sport)

Dopo aver postato sul proprio profilo Instagram un messaggio negazionista sulla pandemia, il cestista della Fortitudo Bologna ha commesso un altro passo falso sui social. Nel weekend pasquale è stato fotografato infatti all’hotel Vistamare di Lido di Savio, sulla riviera romagnola, assieme a 15 persone, tutte senza mascherina. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr