Decessi aumentati del 18%, nascite crollate del 30%: così il Covid ha cambiato l'Italia

Decessi aumentati del 18%, nascite crollate del 30%: così il Covid ha cambiato l'Italia
leggo.it INTERNO

Si registrano infatti, per mille abitanti, 7 neonati e 13 decessi.

La speranza di vita alla nascita, sia per uomini sia per donne, è scesa a 82 anni: quindi 1,2 anni sotto il livello registrato nel 2019, prima del Covid.

Nel 2020, infatti, i decessi sono stati 746mila, 112mila in più (+18%) del 2019: un’impennata dovuta alla pandemia.

A livello complessivo gli effetti sono evidenti: a fronte di appena 404mila nascite, quindi, vengono a mancare 342mila unità. (leggo.it)

La notizia riportata su altre testate

841 i bambini nati in Valle d’Aosta nel 2019, 775 nel 2020. Cresce l’età media della popolazione: 46 anni in Italia, 46,6 in Valle d’Aosta. (AostaSera)

Il virus ha inoltre causato in Italia almeno 99 mila decessi in più di quanto atteso Nel 2020 l'incremento assoluto dei decessi per tutte le cause di morte rispetto all'anno precedente è stato pari a 112 mila unità. (ilmessaggero.it)

In particolare, le province di Vercelli, Asti, Alessandria (-12,9 per mille) oltre a Biella in Piemonte. Ma è soprattutto il Nord a pagare il prezzo più alto con la Lombardia, gli uomini registrano riduzioni rilevanti anche in Piemonte (-1,7 anni) (Radio Gold)

Istat: nel 2020 popolazione ancora calo in Valle d'Aosta e si riduce l'aspettativa di vita

Con l'eccezione del Trentino-Alto Adige, dove la popolazione è aumentata dello 0,4 per mille, tutte le regioni sono interessate da un decremento demografico. Sono comunque numerose, e concentrate nel Nord-Ovest, le province che nel 2020 perdono almeno l'1% della popolazione. (La Provincia Pavese)

Nelle Isole, infine, il decremento demografico interessa le province di Caltanissetta, Enna, Nuoro e Oristano. Il riflesso di tali andamenti comporta un’ulteriore riduzione della POPOLAZIONE residente, scesa al 1° gennaio 2021 a 59 milioni 258mila. (il Fatto Nisseno)

Nel 2020 i decessi totali in Italia sono stati 746 mila, il 18% in più di quelli rilevati nel 2019. Un effetto indiretto ma immediato della pandemia si è già verificato riguardo ai processi di formazione delle coppie (Il Giorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr