Perché i vaccini COVID-19 non hanno ricevuto un premio Nobel

Perché i vaccini COVID-19 non hanno ricevuto un premio Nobel
Infinity News SALUTE

Ma, considerando la situazione pandemica in cui ci troviamo, perché non è stato assegnato nessun Premio Nobel ai vaccini che in questo momento ci aiutano a combattere il COVID-19?

Motivi per cui i vaccini COVID-19 non hanno ricevuto un premio Nobel. Tanto per cominciare, come abbiamo già detto, per capire perché il Premio Nobel per la Medicina o il Premio per la Chimica non è andato ai vaccini COVID-19, è necessario guardare la situazione da diverse angolazioni. (Infinity News)

Ne parlano anche altre fonti

Secondo i dati dell’ASL, i vaccini somministrati raggiungono ad oggi le 12 mila dosi, effettuati nei vari punti farmaceutici, dove basta essere in possesso della propria tessera sanitaria. Sono 58 le farmacie della provincia di Alessandria che hanno aderito alla campagna vaccinale contro il Covid-19 finora. (Telecity News 24)

Quest’anno abbiamo 5 fonti diverse di vaccino con 4 aziende diverse, a differenza dell’unica dello scorso anno, con un investimento da 9 milioni di euro. Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte: “Il Ministro Colao ci ha comunicato che la nostra regione darà l’avvio al fascicolo sanitario elettronico. (Telecity News 24)

“Evidenze pur limitate sulla co-somministrazione di vaccini influenzali stagionali inattivati con vaccini Covid-19 non hanno mostrato un aumento degli eventi avversi”, viene indicato dopo l’ultima riunione. (TGNEWS24)

Vaccini Covid–19: L'appello a pochi giorni nuovo vertice OMC

Da allora fu chiusa (così come peraltro altre sale da ballo), ma adesso è il momento di provare a riappropriarsi della propria normalità, anche se le restrizioni potrebbero forse scoraggiare l’utenza. (Telecity News 24)

La domanda è se è saggio vaccinare la popolazione e i bambini sulla base del fatto che è possibile prevenire una pandemia” “La domanda è se dovrebbe e può prevenire l’influenza. (CiSiamo.info)

Gli Stati Uniti hanno recentemente prenotato 1,7 milioni di dosi di molnupiravir, il promettente farmaco anti Covid-19 che, se approvato, potrebbe ridurre drasticamente ricoveri e decessi Gli Stati Uniti hanno preso la decisione importante e coraggiosa di sostenere la sospensione dei brevetti sui vaccini Covid-19, ma non si stanno impegnando a livello globale per trasformarla in realtà. (Medici Senza Frontiere)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr