Sala risponde alla polemica sui tabelloni elettorali: "Nessuna democrazia negata"

Sala risponde alla polemica sui tabelloni elettorali: Nessuna democrazia negata
MilanoToday.it INTERNO

Interviene anche il sindaco Beppe Sala sulla polemica riguardante le plance metalliche per la campagna elettorale, nella giornata in cui il suo principale sfidante, Luca Bernardo, candidato del centrodestra, ha presentato un esposto in prefettura.

"Il giorno in cui sono state presentate le candidature a sindaco di Milano - scrive Sala - sono arrivati i documenti e le firme relative a tredici nomi. (MilanoToday.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

La scarsa conoscenza di Bernardo potrebbe aver portato una buona quota di indecisi a optare per Sala. Il totale delle liste che appoggiano Sala raggiunge il 47,4 per cento (con una performance straordinaria della lista Beppe Sala sindaco) quelle che sostengono Bernardo il 37, 3. (Corriere della Sera)

Elezioni Milano, gazebo di Beppe Sala distrutti e sporcati con feci La campagna elettorale a Milano entra nel vivo e cominciano a fioccare i “botta e risposta” tra i candidati. A cura di Simona Buscaglia. (Fanpage.it)

Comunali a Milano: sicurezza e viabilità i temi al centro della sfida elettorale di Alessia Gallione. Sondaggio in esclusiva di YouTrend per Gedi: i nuovi bisogni dettati dal Covid si incrociano con i temi classici della campagna elettorale (La Repubblica)

Per vincere a Milano, Bernardo è pronto a spendere 40 volte più di Sala

Nel giorno in cui il Comune dà il via libera alla affissioni dei manifesti elettorali nei Municipi 2, 6, 7 e 8 e da oggi alle 20 anche in quelli 3, 4. (La Repubblica)

Il candidato sindaco di Lega, FdI, FI e Mp Luca Bernardo all’ora di pranzo è arrivato a Palazzo Diotti per "presentare un esposto al prefetto per la mancata presenza dei tabelloni elettorali. Chiediamo al. (IL GIORNO)

A seguire, troviamo Milano radicale, che ha destinato 7 mila euro, Milano unita con poco più di 6 mila euro e Milano in salute con 5 mila (Grafico 2). Per vincere a Milano, Bernardo è pronto a spendere 40 volte più di Sala. (Pagella Politica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr