Eitan portato in Israele dal nonno, Anzaldi (Iv): «Come ha fatto a uscire dall'Italia? Interrogazione a ministri»

Eitan portato in Israele dal nonno, Anzaldi (Iv): «Come ha fatto a uscire dall'Italia? Interrogazione a ministri»
leggo.it INTERNO

«Come è stato possibile che un minorenne potesse salire su un aereo, ancorché privato, e lasciare l’Italia senza che fosse accompagnato da chi ne aveva la tutela legale?

A qualunque minore non viene consentito di volare senza essere in presenza o con l’autorizzazione dei tutori legali, che siano i genitori o altri parenti

Come ha fatto, allora, sabato sera Eitan ad arrivare in Israele?

Quali autorità dovevano controllare e non lo hanno fatto?

Il Governo chiarisca il percorso seguito, per quanto di propria competenza in termini di controlli e vigilanza. (leggo.it)

Ne parlano anche altre testate

(HelpMeTech)

I legali della zia paterna e la stessa zia paterna sostengono che il passaporto doveva essere riconsegnato dal nonno il 30 agosto. Era in possesso del passaporto israeliano di Eitan, nato in Israele ma cresciuto fin da neonato in Italia (Il Riformista)

Il marito, con un volo privato e senza avvisare la zia che l’aveva in custodia, ha trasferito nelle scorse ore Eitan a Tel Aviv. A ribadire la versione dei fatti della famiglia in Israele del piccolo Eitan, unico sopravvissuto alla strage del Mottarone, è Ety Peleg, nonna materna del bimbo, che risponde così alle accuse di rapimento. (L'Unione Sarda.it)

"Sequestro di persona aggravato": indagato il nonno di Eitan

In estate la famiglia aveva avviato delle raccolte fondi per poter pagare le spese e i viaggi tra Pavia e Torino. La zia paterna accusa il nonno materno di aver rapito il piccolo e di averlo portato in Israele con l’inganno. (ilGiornale.it)

13 settembre 2021 a. a. a. Ha rapito il piccolo Eitan Biran, unico sopravvissuto alla strage della Funivia di Stresa-Mottarone, e per questo Smhuel Peleg è indagato a Pavia per sequestro di persona aggravato. (Liberoquotidiano.it)

Dovevano rientrare alle 18.30, ma dopo inutili tentativi di chiamate ad Aya è arrivato solo un messaggio: "Eitan è tornato a casa" È questo il capo d'accusa che la Procura di Pavia ipotizza per il nonno dei Eitan, il cittadino israeliano Smhel Peleg, 58 anni, ex militare. (Avvenire)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr