Vaccino AstraZeneca, stop alle donne sotto i 50 anni? Troppi dubbi sulle trombosi. Il mondo della scuola pretende verità scientifica

Vaccino AstraZeneca, stop alle donne sotto i 50 anni? Troppi dubbi sulle trombosi. Il mondo della scuola pretende verità scientifica
Tecnica della Scuola SALUTE

Gissi (Cisl): serve una voce sola. Anche secondo Lena Gissi, leader Cisl Scuola, “serve una sola voce” e “che si pronunci l’istituzione.

Qualche giorno fa l’Olanda ha detto stop alla diffusione delle dosi anti-Covid prodotte nelle aziende del Nord Europa.

“Certo – conclude Turi – è che Francia e Germania hanno vietato la somministrazione per donne sotto i 55 anni e il governo deve decidere di adeguarsi o dissociarsi sulla base delle evidenze scientifiche

In Italia è il vaccino del personale della scuola. (Tecnica della Scuola)

Ne parlano anche altre testate

Così il presidente della commissione parlamentare Antimafia, Nicola Morra (LaPresse)

Lo riferisce appunto in una nota l’Ema (l’Agenzia europea per i farmaci) in relazione agli eventi di trombosi cerebrale collegati al vaccino AstraZeneca. Astrazeneca, ecco la seconda verità dell’Ema: “Possibile nesso con trombosi, effetti collaterali molto rari”. (Casteddu Online)

Quali sono state le principali reazioni avverse di Astrazeneca durante la campagna vaccinale? Quindi gli eventi avversi all’aspirina sono di gran lunga superiori rispetto a quelli del vaccino Astrazeneca. (ilmessaggero.it)

AstraZeneca, decide l'Ema: forse sarà solo per gli anziani

Insegnante di 40 anni di Cernusco ricoverata per trombosi dopo vaccino Astrazeneca. Il timore delle autorità sanitarie è che questi episodi inneschino disdette degli appuntamenti, come è accaduto nella giornata di ieri a Napoli. (Oggi Scuola)

Sta ancora causando migliaia di morti in Europa”, ha fatto notare Cooke, invitando a “usare tutti i vaccini che abbiamo“. Tra le sirene d’allarme il comitato elenca: fiato corto, dolore al petto, gonfiore delle gambe, persistente dolore addominale, mal di testa e vista offuscata (Il Fatto Quotidiano)

Tra oggi e domani l’Ema, l’ente regolatorio sui farmaci in Europa, valuterà la sicurezza del vaccino anglo svedese. Ritiene probabile che l’Ema indichi, per precauzione, «una determinata categoria sulla quale è meglio non usare in vaccino di AstraZeneca». (The Wam)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr