Eso, bolle di gas caldo attorno al buco nero della Via Lattea

Eso, bolle di gas caldo attorno al buco nero della Via Lattea

Roma, 22 set. (askanews) – Utilizzando ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array), alcuni astronomi hanno individuato i segnali di un punto caldo in orbita attorno a Sagittarius A*, il buco nero al centro della nostra Galassia. La scoperta aiuta a comprendere meglio l’ambiente enigmatico e dinamico del buco nero supermassiccio. Pensiamo che quella che stiamo vedendo … (Agenzia askanews)

Ne parlano anche altre fonti

Alle 19,30, in piazza Rimembranza, si terrà la celebrazione eucaristica presieduta da don Antoci. La giornata sarà caratterizzata, tra l’altro, alle 19 dalla processione con il simulacro di Maria Santissima Bambina ospitato nella chiesa di Sant’Anna. (Quotidiano di Ragusa)

La recente fotografia di Sagittarius A* – il buco nero al centro della nostra galassia, il nostro buco nero, in breve Sgr A* – è stata scattata nell’aprile del 2017. (Media Inaf)

La bolla ha compiuto un'orbita completa del buco nero in soli 70 minuti, una velocità equivalente al 30% di quella della luce (300’000 km al secondo). Gli astronomi hanno osservato la fugace apparizione di una bolla di gas che viaggiava a velocità sbalorditive intorno al buco nero al centro della nostra galassia, la Via Lattea. (RSI.ch Informazione)

Trovato il buco nero più vicino alla Terra: sta risucchiando tutto

Una nuova scoperta scientifica potrebbe rimettere nuovamente in discussione le teorie sull’Universo e la sua evoluzione. Stavolta parliamo di buchi neri e quello identificato dai ricercatori è molto vicino al nostro pianeta Terra. (InvestireOggi.it)

Gli astronomi hanno individuato i segni di un punto caldo che orbita attorno al buco nero al centro della nostra galassia: si tratterebbe di una bolla di gas caldissimo che sfreccia attorno a Sagittarius A su un'orbita di dimensioni simili a quella del pianeta Mercurio, ma compie un giro completo in circa 70 minuti. (ilGiornale.it)

Le osservazioni sui buchi neri, per chi non lo sapesse, sono una vera opportunità per testare le leggi della fisica nelle condizioni più estreme. (Libero Tecnologia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr