Il nuovo attacco della ministra al governatore sceriffo

Yahoo Notizie Yahoo Notizie (Interno)

– si chiede l’Azzolina – In giro per le strade, nei negozi, nei centri commerciali, ho visto le foto.

Una scelta arrivata dopo che in Campania erano stati registrati più di 1000 nuovi casi in sole 24 ore.

Tutte queste ipotesi vengono rigettate dall’Azzolina: “Le scuole hanno già sofferto abbastanza l’anno scorso, non eravamo pronti, ma ora la situazione è diversa.

La decisione non era stata presa bene dall’Azzolina che aveva subito parlato di “errore gravissimo“. (Yahoo Notizie)

Ne parlano anche altre testate

(TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI). 8:27 - Vincenzo De Luca: "Consentite lezioni in presenza per gli asili". "Su richiesta dei sindaci pervenuta all'Unità di Crisi attraverso l'Anci, e nelle more di specifici congedi parentali per i genitori, da domani è consentita, anche in presenza, l'attività delle scuole dell'infanzia: nidi, asili, con bambini di età compresa nella fascia della fascia 0-6 anni". (Sky Tg24 )

Secondo Lucia Azzolina il comportamento di Vincenzo De Luca è un accanimento inopportuno “contro le scuole: è stato l’ultimo a riaprirle e il primo a richiuderle”. Per Azzolina tali banchi “servono a lavorare in gruppo e a fare didattica innovativa e diversa rispetto a quella frontale per cui gli studenti si annoiano a morte”. (Scuolainforma)

3 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19). 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n.833 in materia di igiene e sanità pubblica e dell’art. (Regione Campania)

Lucia Azzolina: "La didattica a distanza al 100% non protegge gli studenti"

Servono a lavorare in gruppo e a fare didattica innovativa e diversa rispetto a quella frontale per cui gli studenti sia annoiano a morte. "Almeno non fanno annoiare studenti". (Liberoquotidiano.it)

Le code e le resse alle fermate, ma non solo di studenti, De Luca non ne vuole più vedere. Perché già ieri ci sono stati diversi casi di bidelli Covid ai quali è stato dato il ben servito. (Il Mattino)

E poi aggiunge al secondo:” la didattica digitale integrata, che ora tutti invocano per gli istituti superiori, c’è già. “Sì alla didattica a distanza per i ragazzi. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr