L'Ue colloca il più grande green bond della storia con i mercati sottosopra

L'Ue colloca il più grande green bond della storia con i mercati sottosopra
Milano Finanza ECONOMIA

L'Unione Europea ha incaricato un gruppo di banche di collocare il primo green bond a tasso fisso emesso a livello comunitario, un'obbligazione di 15 anni con scadenza a febbraio 2037.

"Lo Use of Proceeds di questo e dei futuri Green Bond sarà streettamente legato a uno o più dei 17 sustainibility development goals definiti dall'Onu per cui i Paesi richiedenti dovranno assolutamente perfezionare dei progetti con impatto ambientale oltre che finanziario", aggiunge l'esperto. (Milano Finanza)

Su altre testate

La Commissione deve ancora decidere se il nucleare sia o meno meritevole di essere incluso tra le fonti beneficiarie di sussidi. Il prestito obbligazionario collocato oggi ha una durata di 15 anni e un valore complessivo di 12 miliardi di euro. (Il Fatto Quotidiano)

Dal mercato 135 miliardi offerti all’Europa. «Vi chiedo soldi in prestito per finanziare l’economia verde e la transizione ecologica». In numeri: 135 miliardi di euro messi sul tavolo rispetto a un fabbisogno di 12 miliardi. (Corriere della Sera)

La UE si è impegnata ad emettere green bond per il 30% del programma complessivo da 800 miliardi. Berlino ha emesso il suo primo green bond nel settembre dello scorso anno, in ritardo rispetto a paesi come Francia e Olanda. (InvestireOggi.it)

L'Ue fa il pieno con il primo bond "verde"

Nel corso di quest’anno, come anticipato dalla presidente Ursula Von der Leyen, la Commissione si aspetta di raccogliere circa 80 miliardi di euro. Ben il 29%, la quota più alta, è arrivata proprio da oltre Manica, dove si sono mossi soprattutto i fondi. (Milano Finanza)

E’ il più grande green bond della storia quello che oggi l’Unione europea ha collocato sul mercato. “Questo sarà il più grande green bond Ue e fornirà agli investitori uno dei più – o il più – liquidi green bond,” ha detto Julian Kreipl, un analista di credito presso UniCredit SpA a Bloomberg. (Finanzaonline.com)

La stangata sulle bollette, per alleviare la quale il governo Draghi ha già stanziato 4 miliardi, pare infatti destinata a proseguire Un esordio con il botto che arriva in un momento molto delicato sul fronte energetico e della transizione energetica. (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr