CsC: a inizio 2020 persiste una sostanziale stagnazione. Rischi dalla Cina ma i mercati finora reggono

CsC: a inizio 2020 persiste una sostanziale stagnazione. Rischi dalla Cina ma i mercati finora reggono
Finanzaonline.com Finanzaonline.com (Economia)

Tuttavia, con il profilo nel 2019 rivelatosi più debole dell’atteso, il trascinamento per il 2020 è caduto a -0,6%.

A quel punto, risulterebbe molto poco probabile mantenersi sopra il +1,0% in media d’anno: servirebbe un +1,0% in ognuno degli altri 3 trimestri.

Se ne è parlato anche su altre testate

Germania, crescita economica al palo: si ferma a +0,6 per cento. Condividi. La crescita dell'economia della Germania, nel 2019, si ferma a un +0,6%. E' quanto informa l'ufficio di statistica (Destatis) dopo che nell'ultimo trimestre dell'anno l'aumento del Pil è stato pari a zero, mandando l'economia in "stagnazione". (Rai News)

I dati negativi sull’economia tedesca hanno comunque provocato un indebolimento della moneta unica, raggiungendo quota 1,0828, il livello più basso dal aprile 2017. L’ufficio federale di statistica ha osservato un aumento degli acquisti nel settore delle costruzioni, al contrario della spesa per macchinari e altri materiali, che hanno registrato una flessione rispetto all’estate. (IG)

LA CRESCITA FIACCA DEL 2019 IN GERMANIA. La crescita dell’economia della Germania, nel 2019, si ferma a un +0,6%. Crescita zero per il Pil della Germania nel quarto trimestre del 2019. (Startmag Web magazine)

Nel 2021 l’industria manifatturiera tedesca, in recessione, dovrebbe tornare a crescere, sempreché la domanda esterna sia robusta. (Il Sole 24 ORE)

Che, complice la decrescita di Francia e Italia, nel quarto trimestre, ha segnato un aumento del Pil su base trimestrale dello 01%. Secondo i dati dell‘ufficio di statistica federale, Destatis, nel quarto trimestre l’economia è rimasta stagnante nell’ultimo trimestre, con una variazione dello 0,4% anno su anno. (Wall Street Italia)

Home Macro Economia: Stati Uniti in crescita, Germania in declino Economia: Stati Uniti in crescita, Germania in declino A cura di Wings Partners Sim Negli Stati Uniti, l’aumento dei prezzi dei generi alimentari, degli affitti e dei capi di abbigliamento durante il mese di gennaio è riuscito a compensare un forte calo del prezzo della benzina sostenendo l’aumento dell’inflazione, che ha come obiettivo il 2%. (Gooruf)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti