Vaccino italiano, Vaia: "Pronto a giugno, saremo autosufficienti'

Vaccino italiano, Vaia: Pronto a giugno, saremo autosufficienti'
Momento Italia SALUTE

Lo ha spiegato Francesco Vaia, direttore sanitario dell’Istituto Spallanzani di Roma, ospite del programma ‘L’imprenditore e gli altri’ in onda su Cusano Italia Tv .

Immaginiamo che il Governo, come già annunciato, calerà una fiche sul nostro vaccino che, con una produzione di 100 milioni di dosi, renderà l’Italia autosufficiente”.

Per il vaccino ReiThera, ha ricordato Vaia, “è da poco iniziata la fase 2, poi ci sarà la fase 3. (Momento Italia)

Ne parlano anche altre fonti

L’individuazione del quadro giuridico applicabile alle molteplici situazioni collegate all’emergenza è stata, infatti, non di rado, oggetto di dibattiti e posizioni contrapposte. Allo stesso modo, non convince l’argomentazione di chi individua la possibilità di procedere al licenziamento in base alle disposizioni in materia di sicurezza sul lavoro (art. (2duerighe)

Dopo una giornata dal forte impatto emotivo si doveva procedere alla immunizzazione degli operatori sanitari che tanto hanno dato alla causa della salute pubblica, da ogni parte riconosciuti come gli “eroi” di questa guerra contro un nemico invisibile. (Il Riformista)

accino covid: 791 mila. dosi somministrate. A partire dal 27 dicembre ad oggi - dato registrato alle 22 di questa sera - sono state somministrate in Italia 791.734 dosi di vaccino contro il Covid, inoculate a 492.048 donne e 299.686 uomini. (TgVerona)

Vaccino anti Covid: arrivano in Emilia Romagna le prime dosi di Moderna. Italia prima in Europa numero vaccinati

Le tre regioni che hanno la percentuale maggiore di somministrazioni rispetto alla dotazione sono l’Umbria (104,4%, per via della possibilità di estrarre 6 e non 5 dosi per fiala), la Valle d’Aosta (99,9%) e la Campania (97,6%). (La Voce di Mantova)

L’intervista. Nessuna defezione dei camici bianchi a quanto pare, “a parte qualche caso che è stato solo rimandato” – precisa Giansante . (L'Aquila Blog)

"Il nostro Paese si è fatto trovare pronto per la campagna vaccinale - ha dichiarato il Ministro Speranza alla Camera. Vaccini effettuati a donne e uomini che lavorano nella sanità regionale fra medici, infermieri e operatori, oltre ai degenti delle residenze per anziani. (San Marino Rtv)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr