Nazionali, Italia-Belgio 2-1: gli azzurri chiudono la Nations League al terzo posto

Nazionali, Italia-Belgio 2-1: gli azzurri chiudono la Nations League al terzo posto
Toro News SPORT

Al 65' l'ex Atalanta Castagne atterra Chiesa in area di rigore e l'arbitro concede il penalty per gli azzurri.

Le reti di Barella e Berardi consentono ai ragazzi di Roberto Mancini di arrivare sul gradino più basso del podio della Nations League. L'Italia di Roberto Mancini vince la finale per il terzo posto della Nations League contro il Belgio.

Gli azzurri sono riusciti a sconfiggere le Furie Rosse 2-1 all'Allianz Stadium di Torino, sono risultate decisive le reti di Barella e su rigore di Berardi. (Toro News)

Ne parlano anche altre fonti

Finale terzo posto: Svizzera - Inghilterra 0-0, vittoria Inghilterra 6-5 dcr (Guimarães). Giocatore del torneo: Bernardo Silva, Portogallo (UEFA.com)

Locatelli 6,5. Qualche problema in avvio sulla posizione, ma quando la trova la prestazione s’impenna e con Jorginho va alla grande da interno. Donnarumma 6,5. Pomeriggio da ricordare dove, tutto, tranne il gol belga tra le gambe, gli gira per il verso giusto. (Quotidiano.net)

RASPADORI 5. Viene inghiottito dalla fisicità dei difensori del Belgio, non trova spunti degni, nonostante il grande impegno. arte un po’ lento, poi va al raddoppio e non lascia più nulla. (ilmessaggero.it)

Italia, con la forza di un grande ct il bello devo ancora venire

1′ – Inizia la sfida per il 3/4 posto della Nations League. Grandissimo tiro con il destro di Barella dai 18 metri dopo la ribattuta della difesa belga su calcio d’angolo. (RomaNews)

Il primato del Belgio è presto destinato a cadere? In questo match gli azzurri sono riusciti, dopo il successo di pochi mesi fa ad Euro 2020, a ripetersi battendo con una buona prestazione, pur con qualche neo di troppo, i diavoli rossi. (DirettaGoal)

L’Italia l’ha battuto per la seconda volta in tre mesi, onorando il titolo di campione d’Europa nella partita per il terzo posto della Nations League. Lo stato di grazia dei solisti azzurri; il recupero psicologico di Donnarumma, il più giovane capitano degli ultimi 55 anni, dallo Stadium applaudito; l’età media dei primi undici schierati (24,9), una prova davvero brillante: per questa Italia, il bello deve ancora venire (Tuttosport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr